Per l'Atletico Cassano esordio stagionale con derby: il primo avversario saranno le Aquile Molfetta

 Comincerà al PalAngelillo, davanti ai propri tifosi (anche se con ingressi contingentati per far fronte al perdurare dell’emergenza Covid-19), la stagione 2021-2022 dell’Atletico Cassano.

I “pellicani”, al quarto campionato consecutivo in Serie A2, esordiranno nel Girone D il 9 ottobre contro le Aquile Molfetta, nel primo derby di stagione. Sarà un avvio subito arrembante per gli uomini di mister Recchia che nella seconda giornata saranno impegnati nella difficile trasferta a Melilli, per poi tornare al PalAngelillo e affrontare il secondo derby in tra partite (contro il Futsal Capurso alla 3ª giornata). Poi ancora una trasferta siciliana, questa volta a Piazza Armerina, e un’altra difficile gara casalinga contro l’Orsa Bernalda.


Per Giampiero Recchia, però, c’è poco da far calcoli, almeno a questo punto della stagione: "Come si dice sempre a proposito dei calendari - afferma il tecnico molese - prima o poi bisogna affrontarle tutte, quindi prima o dopo cambia poco. Certo, ci sono altri fattori che potrebbero incidere come, ad esempio, i due derby nelle prime tre giornate, anche se in casa, e le due trasferte difficili sia dal punto di vista logistico ma anche impegnative per la questione legata alle dimensioni dei campi, come ad esempio Melilli o Piazza Armerina. Se poi guardiamo oltre, c’è il Bernalda… Insomma, è un girone equilibrato, quindi a prescindere dal calendario, dobbiamo arrivare pronti al 9 ottobre, sperando che i ragazzi acquisiscano tutti i concetti che stiamo mettendo in pratica in questi primi giorni di allenamento". 


Per quanto riguarda, più in generale, gli equilibri del Girone D, per mister Recchia "sono tutti da valutare. Al di là dei nomi che possono comporre le squadre, finché non inizia il campionato e finché non si vedono le reali forze in campo è difficile fare pronostici. Sicuramente squadre come il Cosenza, lo stesso Melilli, o il Barnalda, sulla carta, anche visto l’anno scorso, si presentano già bene a livello di composizione della rosa. Però poi il campo può rivelare pregi e difetti di una squadra ed è solo il campo che emette verdetti. Anche le pugliesi, poi, le vedo molto, molto equilibrate. Più o meno sullo stesso livello: tutte hanno cambiato (a Cassano sono arrivato io, il Capurso ha cambiato allenatore, il Giovinazzo ha cambiato uomini e allenatore, il Molfetta ha cambiato molti uomini). Quindi è tutto da vedere in campo, nel momento in cui entreremo in campo vedremo le reali forze". 

L’Atletico Cassano ha ricominciato a calpestare il gommato del PalAngelillo lo scorso 31 agosto e mister Recchia, con il suo collaboratore Giasi e il preparatore atletico Quadrelli, sta già testando le doti dei suoi nuovi uomini: «abbiamo dei ragazzi meravigliosi e questo già lo sapevamo nella composizione della rosa. È un bel gruppo, abbiamo lavorato benissimo questa settimana. I ragazzi si stanno applicando alla grande. La prossima settimana avremo un’amichevole e potremo già testare a che punto è il lavoro fatto in questo periodo. Ad oggi sono assolutamente soddisfatto di come abbiamo cominciato», conclude il nuovo allenatore dei “pellicani”.






Ufficio Stampa Atletico Cassano - Vito Surico