Per lo Sporting Venafro è tempo di esordio ufficiale: domani sfida di Coppa contro il Casagiove

Il primo impegno ufficiale al culmine della terza settimana di lavoro. Lo Sporting Venafro entra nel clima dei confronti dall’esito effettivo e lo fa per il primo turno di Coppa della Divisione, andando ad affontare, in esterna con calcio d’inizio alle ore 16, il Casagiove Futsal Club (oltre che essere entrambe in serie B, figurano ambedue nel girone F) per quello che sarà un antipasto di campionato: i due team si ritroveranno all’esordio del primo ottobre, ma nello scenario del PalaPedemontana.


Per la vincente ci sarà la prospettiva, sette giorni dopo, della sfida interna per il secondo turno contro i pugliesi del Canosa, formazione neopromossa in A2.


"Sarà un avvio senz’altro particolare – riconosce alla vigilia il trainer dei bianconeri Gennaro Rizzo – perché arriva in un periodo di grande carico come quello della terza settimana di preparazione con tanti lavori sia nelle gambe che nella testa, ma l’affronteremo ugualmente con lo spirito giusto nella consapevolezza di essere di fronte ad un match che produrrà un esito specifico, cui siamo arrivato con un avvicinamento incentrato su questo confronto».

«In effetti c’è grande curiosità di proiettarci su questo match perché è una prima uscita un po’ per tutti, sia per noi che per loro, team che, nel complesso, hanno una base di giocatori confermati cui si sono uniti dei nuovi innesti durante l’ultimo mercato". 


La gara – per mister Rizzo – andrà affrontata «come ogni partita con la volontà di raggiungere l’obiettivo, ponendo il giusto spirito di sacrifico. Si troveranno di fronte squadre con un periodo di preparazione sostanzialmente identico che faranno di tutto, ognuna, per superare l’ostacolo e passare al turno successivo". 


Determinante, in tal senso, sarà anche l’apporto di un po’ tutte le rotazioni bianconere. «Stavolta così come nelle prossime circostanze, al di là degli aspetti logistici del campo da gara (l’impianto di Casagiove è particolarmente ampio, ndr) e di quelli che sono gli avversari. Abbiamo un obiettivo ben chiaro davanti a noi e vogliamo centrarlo, gara dopo gara". 


Non si segnalano particolari problemi da un punto di vista fisico e, pertanto, i dodici che andranno a referto saranno frutto delle scelte tecniche di mister Rizzo.

"Chi sarà chiamato in causa – riferisce – dovrà metterci qualcosa in più. Sappiamo che siamo solo a metà del nostro percorso di preparazione, ma, come tutti gli appuntamenti ufficiali, sarà un confronto da affrontare come se fossimo di fronte ad una finale. È questa la mentalità che dovrà accompagnarci per tutta la stagione". 










Ufficio Stampa Sporting Venafro