Perugino si abbraccia il Napoli: ''Il 2021 è stato strepitoso, più qualità con Dian Luka e Peric''

Il pareggio di Eboli con il San Giuseppe davanti alle telecamere di Sky al termine di un anno storico per il Napoli Futsal, una chiusura in bellezza del 2021. Il 3-3 del PalaSele permette di tagliare l’ultimo dei tanti traguardi: la matematica qualificazione alla Final Eight di Coppa, con una giornata d’anticipo, all’esordio in A. Proprio la massima categoria nazionale ottenuta dominando con 24 vittorie in altrettanti incontri il girone D della scorsa A2, in più la fantastica coppa sollevata a Porto San Giorgio contro l’Olimpus Roma il 18 aprile. Resta la possibilità di concludere come testa di serie, l’ostacolo è la capolista Syn-Bios Petrarca che arriverà a Cercola a metà febbraio.

“Una serata spettacolare – i complimenti per l’organizzazione del presidente Serafino Perugino – un applauso alla Divisione, all’emittente, alla Feldi Eboli ed al Real San Giuseppe. Abbiamo dato lustro allo sport con una grande sfida. Sono orgoglioso di tutto il team, si sacrificano ogni giorno per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Ce la giocheremo alla pari con i patavini, è un campionato avvincente e divertente”.

Serafino Perugino si presta anche a ripercorrere il 2021 che si chiude per far posto ad un 2022 che si annuncia avvincente

“E’ stato un anno strepitoso - ricorda compiaciuto - abbiamo conquistato la Serie A con tutte vittorie, vincendo la Coppa Italia che è stata apoteosi di quello che può significare una vittoria sportiva, frutto dei sacrifici, della programmazione, di tanto lavoro passione: nulla è venuto a caso, per quel che mi riguarda. Quello del Napoli Futsal è un progetto che nasce da lontano, costruito mettendo mattone su mattone, uno dopo l’altro. Stiamo dicendo la nostra anche in Serie A, siamo partiti in sordina, con molte difficoltà, ma il lavoro e la pazienza ci hanno permesso di fare bene anche nella massimo categoria”

Laboriosa e articolata è stata l’attività del presidente del Napoli sul mercato di riparazione.

“Ho puntellato la squadra, sono usciti giocatori importanti che purtroppo avevano deluso, direi con l’eccezione di Foglia a cui va ancora il mio ringraziamento per quello che ha dato. Ho optato per l’acquisto di nuovi giocatori nonostante avessimo conquistato la Final Eight con un gruppo storico, lo stesso che ci portiamo dalla Serie B, perchè i Turmena, i Grasso, gli Arillo, i De Simone, Fernando e Ganho, che s’è dimostrato un portiere forte e ci avevo visto bene, fanno parte di quel gruppo. Ma io dico sempre che si vince di squadra, poi ci sono le individualità che fanno fare sempre la differenza. In quest’ottica ho pensato di allungare la rosa prendendo due giocatori importanti”. 

Perugino presenta Dian Luka e Luka Peric, i volti nuovi per il roster di Piero Basile.

“Dian Luka non lo conosco certo solo io, è un giocatore di caratura internazionale, ha fatto la differenza nella Liga, ha già fatto benissimo qui in Italia. Sono voluto andare sul sicuro, ho condotto una trattativa lunga e laboriosa e anche grazie alla Proneo Sport che si è prodigata, e alla volontà del giocatore, che è stata pagata la clausola rescissoria permettendo a Dian Luka di venire con noi. Peric è un pivot molto giovane ma già di grande esperienza: in un campionato lungo, con playoff e Final Eight, giocando ogni tre giorni da febbraio, sarà importante avere dei ricambi all’altezza. E’ un segnale che voglio dare ai tifosi, il Napoli c’è e ci sarà, sta lavorando per essere protagonista. Poi il campo è sempre il giudice, ma sarà un campionato avvincente e speriamo di dire la nostra fino alla fine. Ringrazio tutti gli appassionati che ci seguono e… viva il futsal”.