breaking news

17/05/2021 09:09

Petrarca, il problema-Covid permane. Patron Morlino categorico: ''Il Syn-Bios giocherà i playoff''

Si è chiusa una settimana surreale per il Syn-Bios Petrarca. La squadra, come è ben risaputo, non ha giocato sabato 8 maggio a Bassano del Grappa la gara-1 dei quarti di finale dei playoff con la Feldi Eboli. Si è vista poi estromettere dalla competizione dal Giudice Sportivo della Divisione Calcio a 5 domenica scorsa, per poi vedersi riammessa con disposizione per il recupero della gara da parte della Corte Sportiva d’Appello lunedì.


E venerdì sono arrivate le motivazioni della sentenza, che hanno totalmente accolto le ragioni del Petrarca Calcio a Cinque, del presidente Morlino e dell’avvocato Cozzone.


"La Corte Sportiva d'Appello – ha dichiarato Morlino - ha riconosciuto totalmente la fondatezza delle nostre ragioni, ma anche la piena correttezza del nostro operato, il corretto rispetto delle norme e la bontà della scelta di non portare la squadra a Bassano del Grappa e giocare la partita, visto quanto accaduto. Tutto questo ci gratifica ulteriormente. E' stata una scelta corretta quella di far eseguire un test aggiuntivo ai calciatori la mattina della gara e di non far disputare la stessa gara la sera a causa delle positività emerse".


C’è però un lato controverso in questa vicenda.


"Devo confessare che la Divisione Calcio a 5 non solamente ci aveva chiesto di giocare, ma ce lo aveva imposto, e tutto ciò è stato particolarmente avvilente. Le motivazioni della Corte Sportiva oltre che elogiare la nostra condotta censurano totalmente l'operato della Divisione Calcio a 5. Ne è prova il fatto che il giorno stesso della pubblicazione delle motivazioni la Divisione abbia ritirato il Comunicato Ufficiale che disciplinava la questione del Covid con riferimento ai playoff ed ai playout, ormai superato dalla sentenza della Corte Sportiva”. 


Un episodio che Calcio a 5 Anteprima, tra l’altro, aveva anticipato subito dopo la determinazione della C.S.A. Ma adesso cosa c’è da aspettarsi?


“Non siamo ancora nella condizione di riprendere gli allenamenti. Abbiamo troppi effettivi che sono bloccati presso le proprie abitazioni per effetto delle prescrizioni dell’ULSS. Purtroppo le notizie che arrivano dagli ultimi test eseguiti non sono affatto positive. Noi vogliamo giocare - ribadisce con forza Morlino - ma lo faremo solamente quando potremo farlo. Voglio ricordare che c’è una formazione di questi campionato che ha beneficiato di tre distinte interruzioni al proprio programma gare nel corso del campionato di Serie A a causa del Covid”.


Un precedente che non può passare assolutamente inosservato proprio nel momento in cui in palio ci sono gli investimenti (e il lavoro) di una stagione intera.