Petruso con l'attacco spuntato in casa della Elledi: "6 rossi in 9 giornate: Leo, è un po' troppo!"

“Evidentemente siamo antipatici agli arbitri, in 9 giornate abbiamo preso 6 rossi e non so quante ammonizioni”.


Tony Petruso non sa se riderci sopra o prenderla seriamente, perchè nella sfida di domani in casa della Elledi non potrà utilizzare Riccardo Siddi, miglior marcatore della squadra, squalificato dopo essere stato sanzionato a partita finita con il Lecco. Si direbbe roba da non credere, così come si resta a bocca aperta ricordando il finale mozzafiato del big-match di sabato scorso, col gol del 2-1 di Fernando a sette secondi dalla sirena e il pari lecchese all’ultimo istante. Ma è una Leonardo che ha segnato il passo solo a livello di risultati perchè il campo ha detto ben altro disegnando una squadra tonica, sempre presente e anche un po' sfortunata (e distratta) come dimostra appunto il gol del 2-2 del Lecco. 


- Mister Petruso, concordi?


“La squadra ha sempre cercato di tirar fuori il massimo da ogni partita, fare risultato in questo campionato non è scontato con nessuno, anche col Lecco stavamo per fare bottino pieno ma a onor del vero non avremo meritato perchè gli avversari si sono dimostrati molto forti, lo stesso vale per Milano e Sampdoria che reputo la candidata principale a vincere il torneo. Per quanto riguarda l’ultima partita, andare in vantaggio a 7 secondi dalla fine e venire raggiunti ad 1 secondo sono il bello e il brutto del nostro sport: finché non suona la sirena si può fare o prendere gol, sfortuna, fortuna o poca attenzione fanno parte del gioco nel bene e nel male”.


- Per il momento l'Olimpia Verona ha dimostrato di essere la più meritevole del primato, ma il secondo posto della Leo è altrettanto meritato e diciamo anche per certi versi sorprendente. Non è che la squadra ultimamente ha sofferto il... male di alta quota?


“Verona sta strameritando il primato , ha vinto tutte le gare e deve anche recuperarne una…  sono sicuramente gli antagonisti principali della Samp. Noi abbiamo lottato sul campo i punti che abbiamo, sicuramente non ci si aspettava di essere tra le prime ma ci sono tante squadre in pochi punti e le difficoltà sempre dietro l’angolo. Non credo che la squadra abbia pressione per l’attuale classifica, sicuramente le nostre avversarie ci affrontano con più attenzione e per una compagine come la nostra è un ulteriore step da superare. Sappiamo che ogni partita porta insidie, ma come sempre proveremo a farci trovare pronti”.


- Domani si riparte destinazione Caramagna: quanto è temibile il confronto con la Elledi e come hai chiesto ai tuoi ragazzi di interpretarlo considerando le qualità dei vostri rivali?


“E’ la sesta trasferta, su un campo difficilissimo contro una squadra che secondo me non si è ancora espressa per i suoi reali valori… viene da un campionato dove è stata la vera rivelazione del torneo, è ben allenata, ha cambiato poco e vorrà sicuramente cercare di cambiare il trend altalenante di questo inizio di torneo. In casa, tranne col temibile Pordenone, ha sempre vinto… insomma, ci aspetta una gara tosta, ma consapevoli delle difficoltà proveremo a giocarci le nostre chances”.







Foto: Melania Cenedese