Petruso testa la Leonardo pensando al campionato: ''L'obiettivo resta la salvezza, non sarà facile''

L’amichevole serale con il CCC CoArsa segnerà la conclusione della terza settimana di allenamento per la Leonardo, impegnata in una sorta di preparazione itinerante.


“Come al solito - ci spiega mister Tony Petruso - abbiamo il problema di inizio anno legato al fatto che non abbiamo il PalaConi. La prima settimana l’abbiamo fatta praticamente senza campo, ma nonostante tutto siamo moderatamente soddisfatti di quello che abbiamo fatto. Stiamo lavorando bene, con la massima attenzione, chiaramente abbiamo una squadra completamente nuova, abbiamo perso quattro giocatori importanti recuperandone altrettanti tra cui Riccardo Siddi, al rientro dal 360. Abbiamo preso due spagnoli che sono ancora completamente da valutare, è rimasto Acco, Fernando deve ancora recuperare del tutto dall’ultimo infortunio. Siamo ancora un po’ indietro, ti dico la verità, ma sempre con la voglia e la motivazione di fare bene. Chiaramente il campionato quest’anno sarà più competitivo, dovremmo essere bravi, abbiamo poi più tempo per prepararci: la fiducia è sempre la massima, c’è tanta tranquillità ma sappiamo che non sarà facile”.


- Il test con il CCC?


“Vedremo i progressi, stiamo mettendo qualche piccolo accorgimento tattico nel lavoro quotidiano: l’importante è vedere i miglioramenti da un punto di vista sia fisico che tattico. La motivazione e la voglia la società le ha nel DNA”.


- In rosa, poi, ci sarà un giocatore che è un vero monumento del futsal isolano…


“Asquer? Speriamo che ci dia una mano, almeno sull’aspetto dell’esperienza, chiaramente alla sua età è una figura importante del palcoscenico sardo, può aiutare i giovani che abbiamo seppur, sotto sotto, spero che faccia un minutaggio importante, anche perché purtroppo non siamo tantissimi”. 


- Riguardo il ritorno di Erbì?


“Ancora non è pronto ma a fine mese avrà la risposta per allenarsi in gruppo. Contiamo su di lui, lo abbiamo aspettato, anche se chiaramente non lo metterò in campo affinché le condizioni non lo permettono”.


L’ultimo pensiero di Petruso è sulla stagione che dal 9 ottobre metterà in palio i tre punti.


“Gli obiettivi sono sempre gli stessi, mantenere le categoria e farlo con il materiale che abbiamo, possibilmente coinvolgendo più giovani possibili. Lo stiamo cercando di fare da qualche anno e stavolta non sarà semplicissimo: nel complesso abbiamo perso qualcosina, stiamo recuperando dei giocatori, ma allo stesso tempo il livello del campionato si è alzato e c’è più competitività nella medio-bassa classifica. Speriamo di farci trovare pronti”.