breaking news

01/02/2022 12:48

Il Giudice Sportivo deve adeguarsi ai tempi: perché ancora oggi non sono ammesse le prove video?

La Ternana ha deciso di non fermarsi e di ottenere giustizia. I fatti sono ormai noti e risalgono alla sfida interna contro l'Atlante Grosseto ed al gol non convalidato a Sachet. Dai video è infatti evidente che la conclusione del giocatore della Ternana entri in porta per poi uscire da un buco nella rete, come peraltro accaduto nella stessa partita ad un giocatore dell'Atlante Grosseto, anche se in quella circostanza il gol è stato convalidato. 

Da qui la decisione degli umbri di procedere con il ricorso al Giudice Sportivo per errore tecnico, ricorso respinto perché "infondato", ma anche perché gli arbitri, all'interno del referto, non hanno fatto riferimento all'accaduto (LEGGI QUI IL COMUNICATO N. 603). Inutile sottolineare che per questi aspetti la rabbia della Ternana sia montata, con la società che ha deciso di non fermarsi e procedere con i gradi di giudizio. Questo evento torna però a spalancare le porte ad una questione annosa: perché i video non sono ammessi come prova dal Giudice Sportivo?

Con l'avanzare delle tecnologie ed una copertura streaming ormai pressoché totale di tutte le gare dei campionati nazionali sarebbe opportuno iniziare a meditare un passo indietro, o per meglio dire uno in avanti su questo aspetto. Come sottolineato in precedenza le immagini evidenziano in maniera chiara e inconfutabile che si tratta di un errore degli arbitri, per di più doppio: che pur essendo umano non è comprensibile, ma dal quale è possibile tornare indietro con l'aiuto della tecnologia, evitando - nel Terzo Millennio - di dover prendere decisioni basandosi su regole e norme che, quando sono state scritte, c'era ancora la tivvù in bianco e nero.

Per dirla tutta, insomma, il referto arbitrale - in queste circostanze - non può essere considerata l'unica e sola fonte per assumere una decisione che, per l'evidenza dei fatti contestati, rischia seriamente di incidere sulla credibilità del sistema giudicante sportivo.

Saranno i successivi gradi di giudizio a decidere le sorti di una partita che si è tramutata in un caso, ma anche in uno spunto di riflessione, l'ennesimo, su come accrescere le possibilità affinché il Giudice Sportivo possa avere il maggior numero di elementi possibili per prendere le sue decisioni.