Pirossigeno Cosenza, un altro passo verso la salvezza: Fortitudo ko 8-4, tripletta per Carlitos

Non si sbaglia a dire che oggi la Pirossigeno Cosenza, nel momento clou della stagione, con una salvezza da conquistare, ha disputato la miglior partita dell’anno. 8-4 il risultato finale con cui i lupi sconfiggono una Fortitudo Pomezia in piena corsa per i playoff e mettono un altro tassello verso la permanenza in Serie A. Irresistibile Carlitos, mattatore di giornata con una tripletta. Doppiette per Pelezinho e Titon. A segno nel finale del match anche l’estremo difensore rossoblù Leonardo Del Ferraro. Con i 3 punti odierni i lupi agganciano a quota 30 punti l’Active Network e, in virtù del vantaggio acquisito negli scontri diretti, escono momentaneamente dalla griglia playout.

LA CRONACA - Partenza a razzo dei lupi che vanno vicino alla marcatura in ben due occasioni, entrambe le volte con Bruno Petry. Il primo tentativo è uno scavetto che termina di poco sul fondo, subito dopo bravo Grassi a dire di no. Minuto 3: calcia Micheletto, Del Ferraro si allunga e devia in corner. E’ il preludio al gol ospite, firmato da Raubo. Il 18 laziale approfitta di un erroraccio della retroguardia rossoblù e manda il pallone in fondo al sacco. Il pari della Pirossigeno non tarda ad arrivare, lo realizza Pelezinho al termine di un coast-to-coast da porta a porta. I lupi continuano a spingere e trovano subito la rete del 2-1 ad opera di Carlitos, delizioso il tocco sotto dello spagnolo a scavalcare Molitierno. All’undicesimo il pubblico del PalaCosentia va in brodo di giuggiole sulla giocata spettacolare del suo bomber, Jef Titon. Il 91 rossoblù punta il diretto l’avversario, lo fa fuori con un tunnel e trafigge l’estremo difensore del Pomezia: 3-1. Carlitos è scatenato, fa fuori un difensore laziale, si invola verso la porta e mette dentro il gol del 4-1, doppietta per lui. I padroni di casa calano d’intensità e subiscono la rete del 4-2 di Miguel Angelo. Il cambio non cambia più fino alla sirena che manda le squadre al riposo.

Inizia male il secondo tempo per la Fortitudo Pomezia, che rimane in inferiorità numerica dopo soli 16 secondi per l’espulsione di Murilo. Il quintetto bruzio prova ad approfittarne subito ma Carlitos è sfortunato e centra la traversa. Il punto del 5-2 è solo rinviato di qualche minuto, lo mette a segno Titon, che deve solo depositare in rete un assist meraviglioso di Carlitos. I lupi ora sono inarrestabili e vanno ad un passo dalla sesta rete: doppio palo di Titon e Pelezinho. Nuova inferiorità numerica per il Pomezia in virtù della seconda ammonizione rifilata a Dudù. Anche stavolta la Pirossigeno non riesce a sfruttare il vantaggio ma poco più tardi Titon semina il panico saltando avversari come birilli e ricambia il favore per Carlitos, che appoggia in fondo al sacco realizzando la tripletta personale. Il Pomezia tenta il tutto per tutto e mette in campo il powerplay. Viene però punito due volte dal Cosenza: prima con Del Ferraro (terza marcatura stagionale per il portierone rossoblù), poi con Pelezinho. Vittoria in ghiaccio e tripudio al PalaCosentia. Ininfluente la quarta rete ospite. Finisce 8-4.


PIROSSIGENO COSENZA-FORTITUDO POMEZIA 8-4 (pt 4-2)

PIROSSIGENO COSENZA: Del Ferraro, Poti, Marchio, Petry, Titon, Adornato, Chilelli, Scalambretti, Carlitos, Pelezinho, Felipinho, Lambre. All. Tuoto

FORTITUDO POMEZIA: Molitierno, Micheletto, Murilo, Raubo, Dudu, Esposito, Yeray, Bonci, Bueno, Miguel Angelo, Cesaroni, Tarenzi. All. Grassi

ARBITRI: Seminara di Palermo, De Lorenzo di Brindisi. CRONO: Certa di Marsala

MARCATORI: pt 3'50'' Raubo (F), 5'33'' Mazzoleni (P), 7'16'' Carlitos (P), 11'47'' Titon (P), 14'13'' Carlitos (P), 17'28'' Miguel Angelo (F); st 4'46'' Titon (P), 6' Raubo (F), 9'36'' Carlitos (P), 14'51'' Del Ferraro (P), 15'20'' Pelezinho (P), 19'06'' Bueno (F)

NOTE: ammonti Petry (P), Marchio (P), Yeray (F), Molitierno (F), Titon (P), Felipinho (P). Espulsi a 0'16'' del st Murilo (F) per somma di ammonizioni, al 6'22'' st Dudu (F) per somma di ammonizioni




Foto: Michele De Marco