Marsica da dimenticare per l'Hatria. D'Eusebio: "Con l'Orione un ko pesante, bisogna reagire subito"

Sono state due partite maledette quelle che l’Hatria Team ha disputato nei tre giorni che sono intercorsi tra il recupero di Celano e la gara di Avezzano. Marsica più che mai indigesta verrebbe da dire, per gli uomini di D’Ambrosio, che in due partite hanno incassato quasi lo stesso quantitativo di gol presi nelle precedenti nove uscite segnando solamente due reti e restando incredibilmente all’asciutto sul campo dell’Orione. Un ko senza precedenti, che il presidente Luigi D’Eusebio ha dovuto purtroppo commentare con grande amarezza.


“Premesso che siamo andati ad Avezzano con una serie di giocatori non al meglio della condizione fisica, ma questo non deve essere una scusante, va detto che abbiamo giocato proprio una brutta partita lasciando il palino del gioco agli avversari. E’ stata veramente una battuta d’arresto molto ma molto pesante, dovuta soprattutto alla caduta psicologica legata alla sconfitta subita nel recupero di Celano, che sicuramente ha segnato un po’ i ragazzi, ha tolto loro quelle sicurezze che adesso dobbiamo cercare di riacquisire al più presto. Avremo l’occasione di farlo subito sabato con il Chieti, terzo in classifica, che viene da noi per uno scontro diretto che sarà senza esclusione di colpi”.


Troppo brutta l’Hatria di Avezzano per essere vera. Ma in casa atriana hanno capito tutti che bisogna subito rimboccarsi le maniche per lasciarsi alle spalle i tre giorni più nefasti che ci si potesse attendere.


“E’ vero, siamo caduti - ribatte con tono deciso D’Eusebio - però questo è il momento di reagire e farlo nella miglior maniera possibile, tornando alla vittoria, tornando a dove si era lasciato, tornando a raccogliere i frutti seminati in questi mesi di duro lavoro, durante i quali sono arrivate tutte quelle vittorie che ci hanno portato al primo posto in classifica. Quindi, lo slogan migliore è presto detto: rialzarsi, e farlo subito!”.