Potenza, Benevento: "Col Bernalda le assenze non devono essere un alibi, mi fido di chi giocherà"

Il Potenza si sta preparando alla sfida casalinga di sabato pomeriggio contro il Bernalda al PalaPergola, un derby lucano che potrà dare utili indicazioni alle due squadre in questo segmento finale di stagione.


"È arrivato il momento per chi ha giocato meno di prendersi delle serie responsabilità, ci sono ragazzi che sono cresciuti molto nell'ultimo periodo, che hanno lavorato tanto ed è arrivato il loro momento", spiega il tecnico del Potenza Giuseppe Benevento.


Un Potenza che nel derby di sabato avrà ancora la solita lunga lista di assenti (mancheranno tra gli altri anche Trivigno e Goldoni perché squalificati). Una consuetudine questa delle assenze sistematiche in ogni giornata dettata in parte anche dalla sfortuna e dalle contingenze, oltre che da un organico che, diciamolo chiaramente, abbondante non è almeno nei ruoli chiave.


“Inutile ormai parlare di quante assenze abbiamo ogni settimana, è diventata ormai una costante e non voglio più pensarci, mi fido dei ragazzi che scenderanno in campo, è chiaro che mi dispiace giocare ogni settimana con assenze pesanti ma fa parte del gioco e dobbiamo accettarlo guardando avanti con fiducia - riprende mister Benevento- sono speranzoso perché questa squadra ha fatto fino ad ora grandi cose, mi ha abituato a grandi imprese e sabato sono convinto che diremo la nostra contro una grande squadra come il Bernalda, è un derby e vogliamo fare una grande gara".


Quali sono li obiettivi del Potenza in questo rush finale?


"Esclusa la squadra che vinse la serie B, in cui io militavo come giocatore, il Potenza non aveva mai fatto 24 punti in questa categoria e questo dato conferma e rafforza l'enorme valore che possiamo dare alla nostra stagione disputata fino a questo momento, alla qualità del lavoro che abbiamo svolto. La cosa straordinaria è che ci sono ancora diverse partite da giocare e noi non ci sentiamo sazi, appagati, possiamo fare ancora di più anzi vogliamo fare il massimo possibile. La partita di sabato è chiaramente molto importante per il nostro finale di stagione perché ci dirà se possiamo ancora dire la nostra per i play-off oppure se rischieremo di chiudere il campionato in una posizione di medio-bassa classifica. Mi aspetto ancora sorprese da questa squadra perché questi ragazzi unici mi hanno fatto capire che si può andare oltre i limiti”, conclude mister Benevento. 


emme elle