Potenza, Benevento: “Col Palo abbiamo assenze pesanti, ma l'ho preparata come se fosse una finale”

Una trasferta molto impegnativa attende il Potenza nel campionato di Serie B, girone G. Sabato pomeriggio alle ore 16, i rossoblù sono attesi dal Dream Team Palo del Colle, che prima di Pasqua ha staccato il biglietto per l'A2. Gara complicata per i rossoblù che però non vogliono andare in gita al Polivalente Lorusso di Binetto.

Ecco l'analisi a 360 gradi da parte del tecnico del Potenza Giuseppe Benevento.

"Queste ultime gare serviranno a guadagnarci la riconferma, a dimostrare di meritare questa maglia. Siamo tutti in discussione, io in primis. Raggiunto l'obiettivo abbiamo un po'  vissuto di rendita,  abbiamo giocato grandi gare contro corazzate ma ci è mancata quella cattiveria da acqua alla gola, quella fame che porta al raggiungimento di risultati pesanti, importanti, quelli che fanno la differenza e che conducono al salto di qualità. Forse pensavamo di essere un po' arrivati e ci siamo sentiti un po' appagati e questa cosa mi fa arrabbiare perché questo ha mostrato i nostri limiti, ciò che ancora siamo e cioè una squadra che ancora non ha la mentalità che piace a me, che ancora non ha alzato l'asticella nonostante era nelle nostre possibilità. Eravamo sulla strada giusta per farlo, ma probabilmente non siamo ancora pronti, questo dice il campo e questa è quindi la realtà dei fatti. A tratti però ho visto la mia squadra e l'ho sentita mia completamente", spiega mister Benevento.

Ora trasferta contro il Palo. 

"Sabato affrontiamo il Palo del Colle fuori casa, squadra forte che l'anno prossimo giocherà in A2, ho preparato la partita come se fosse una finale e voglio giocarla al massimo nonostante mancheranno tre giocatori importanti. In fondo una cosa è certa, nonostante i nostri tanti difetti, contro di noi quest'anno nessuno ha mai vinto a mani basse anzi più di qualche grande squadra ha dovuto lasciarci punti. Noi quindi abbiamo l'obbligo di crederci sempre perché abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti. Una vera mentalità vincente, dev'essere quello il nostro prossimo obiettivo, il successivo step. Magari servirà ancora un po' di tempo ma dobbiamo crederci fortemente, dobbiamo provarci continuando a lavorare forte  perché in questa stagione abbiamo dimostrato che ci siamo andati molto vicini iniziando a diminuire il gap".


emme elle