Potenza, fallito il sorpasso al Senise: il derby finisce 4-4 con salvezza diretta più lontana

Un pari che sa quasi di condanna ai play-out per il Potenza. Operazione sorpasso fallita per i rossoblù di Fabio Santarcangelo che si fanno imporre il 4-4 al PalaPergola nel derby tutto lucano, al termine di una gara che ha confermato quanto il Potenza fatichi a tramutare in gol e quindi in vittoria le occasioni da rete create. Per il Senise buon cinismo e grande applicazione tattica da parte di tutto il collettivo, oltre ad un pizzico di fortuna nei momenti clou del match vale per la terz'ultima giornata del girone G di Serie B.

Parte bene il Potenza che nei primi 2’ con Goldoni e Gines Vega mette paura al portiere avversario. E’ il Senise che però al primo affondo passa in vantaggio con Di Pinto che in diagonale su assist di De Fina porta in vantaggio la compagine ospite (1-1). Il Potenza agguanta il pari con Goldoni al 3’53’ che sfrutta bene uno schema su punizione e un passaggio smarcante di Lorpino (1-1). Il primo tempo si chiude con più equilibrio nel gioco: nuovo vantaggio del Senise ad opera di Urgo al 16’55’’(bel diagonale da sinistra verso destra che colpisce il palo e finisce in rete) e nuovo pari dei locali con Lioi al 18’30’’ (2-2). Per il capitano sgroppata in velocità e rete di giustezza alla sinistra del portiere Plaza.

Nella ripresa Mancusi porta per la prima volta in vantaggio il Potenza dopo poco meno di un minuto (3-2). Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa sfiorano con Goldoni il gol del doppio vantaggio. Il Senise però è vivo e agguanta il nuovo pari con Da Costa che corregge in rete un tiro di Giannace (3-3). Gara tirata, il Potenza mette di nuovo la testa avanti e segna con Sabadin su assist di Goldoni la rete del 4-3 quando mancano sei minuti alla fine. La gioia dei potentini dura poco, una dormita della difesa locale lascia tutto solo Da Costa che da due passi fa 4-4. Il Senise regge gli assalti finali del Potenza che negli ultimi 150 secondi di gioco prova il portiere di movimento, senza fortuna.

Non ci sono più emozioni, per la squadra di Santarcangelo resta il rammarico di un campionato nato sotto una cattiva stella che dovrà essere “aggiustato’’ nel probabile ed imprevedibile epilogo finale del play-out. Per il Senise un punto prezioso che vale il mantenimento della quart’ultima posizione con salvezza diretta, da stasera, più vicina.

POTENZA-SENISE 4-4 (2-2 pt)

POTENZA: De Brasi, Sabadin, Telesca, Trivigno, Sonnessa, Gines, Lorpino, Mancusi, Goldoni, Claps, Lioi, Sagarese. All.: Santarcangelo

SENISE: Plaza, Pellegrino, Grandinetti, Urgo, Capalbo, Iorio, Guerriero, De Fina, Da Costa, Dipinto, Damelio, Giannace. All.: Masiello

ARBITRI: Bartoli di Nocera Inferiore e Arminio di Nola; crono: Cerullo di Potenza

MARCATORI: pt 2’ 54’’ Dipinto (S), 3’ 57’’ Goldoni (P), 16’ 55’ Urgo (S), 18’ 30’’ Lioi (P), st 0’ 53’’ Mancusi (P), 8’ 02’’ Da Costa, 13’49’’ Sabadin (P), 14’ 15’’ Da Costa (S)

Note: Ammoniti: Lorpino (P); Mancusi (P), Damelio (S) Dipinto (S)


Ufficio Stampa Potenza C5