Potenza, il 'day-after' di Mancusi. ''Queste sconfitte servono a capire meglio i nostri limiti''

Un passivo troppo pesante (3-11) anche se di fronte c’era l’Itria. Il presidente del Potenza C5 Salvatore Mancusi commenta così la debacle casalinga dei suoi ragazzi che ha lasciato un po' di amaro in bocca ai tifosi, alla squadra, ai tecnici e, ovviamente, ai dirigenti.

“Affrontavamo una delle favorite alla vittoria finale: è chiaro che perdere così con questo scarto così netto non fa piacere - spiega Mancusi -  Ho visto meno personalità e carattere da parte della squadra. Con maggiore aggressività si poteva sopperire alla loro netta superiorità tecnica. Anche queste sconfitte però alla fine possono fare bene, perché ci permettono di capire i nostri limiti e cercare di migliorarli”.

Quali gli aspetti del match.

“Come dicevo sono mancate la grinta e quella voglia per mettere in difficoltà l’avversario. Peccato perché in casa dobbiamo sfruttare ogni occasione”.

La squalifica di Goldoni peserà per la prossima partita di Bitonto.

“Non dobbiamo cadere in certi errori di concentrazione. Goldoni è un calciatore troppo importante che sabato prossimo ci avrebbe fatto comodo. Dispiace per la sua assenza”.

Il mercato sta per riaprire: ci saranno delle novità.

“Dal primo dicembre riapriranno le liste. Ci confronteremo con lo staff tecnico e valuteremo il da farsi - conclude Mancusi -  Se ci sarà da intervenire non ci tireremo indietro”.



emme elle