Potenza, mister Benevento elogia la sua Under 19: ''Un gruppo stupendo, vedo segnali di crescita''

"Tutto quello che stiamo ottenendo è il frutto di un grande lavoro fatto assieme".  Con queste parole il tecnico dell'Under 19 del Potenza Giuseppe Benevento anticipa il commento sull'ultima vittoria per 4-3 dei ragazzi rossoblù contro l'Atletico Cassano nel girone Q. Per i lucani si tratta del secondo successo in tre partite finora giocate nel campionato nazionale Under 19.

"Abbiamo fatto anche una discreta fase di possesso dove dovevamo migliorare, la squadra ha giocato con gande cuore ed intensità a dimostrazione che anche fisicamente stiamo bene - prosegue mister Benevento -  eravamo avanti 3-1 creando tante occasioni, poi nel finale ci hanno recuperato la partita, ma sul 3-3 abbiamo avuto di nuovo la forza di portarci avanti nel punteggio a due minuti dalla fine dimostrando di saper lottare e volendo fortemente i tre punti. Il gol del 4-3 è stato meritatissimo, sono soddisfatto. Come detto in altre occasioni il campionato è davvero molto difficile, i ragazzi sanno che non ci dobbiamo esaltare con una vittoria così come non dobbiamo demoralizzarci con una sconfitta. Ci saranno alti e bassi, siamo un gruppo nuovo su cui ci sarà da lavorare tanto. Direi che possiamo ritenerci soddisfatti della partenza, vincerne due su tre è un ottimo risultato per noi. A prescindere del risultato di cui siamo contenti - conclude mister Benevento -  sono contento del fatto che il gruppo è stupendo e vedo segnali di crescita davvero incoraggianti".

Il lavoro dell'Under 19 affonda le sue radici nella cooperazione di diverse componenti.

"E' proprio così - conclude Benevento - tutto quello che stiamo ottenendo è il frutto di un lavoro fatto assieme. Naturalmente ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di lavorare bene, poi l'intero staff tecnico che mi sta dando una grande mano a partire da Antonio D'Angola che mi sostiene fortemente e mi supporta durante le fasi della stagione sportiva, sia in campo che fuori".


emme elle