Potenza, Santarcangelo non ha dubbi: ''Peccato per le due espulsioni, ma l'importante era vincere''

Una vittoria preziosa quella conquistata dal Potenza C5 su una determinata Chaminade Campobasso. Un 7-4 che conferma il positivo trend casalingo dei rossoblù lucani in questo 2022, come conferma il tecnico Fabio Santarcangelo

“La cosa più importante era conquistare i tre punti: li volevamo a tutti i costi. Purtroppo siamo caduti in alcune provocazioni sia sull’espulsione di Claps che con quella di Mancusi che era nervoso per alcune decisioni arbitrali e per un intervento di un avversario. Queste però sono situazioni di gioco e cadere nelle provocazioni non deve succedere. Da questo punto di vista dobbiamo crescere”.

Il Potenza avrà Claps e Mancusi squalificati sabato prossimo a Canosa, oltre a Sabadin che dovrà scontare il secondo turno di squalifica. Una gara questa contro il team di Campobasso che lascia una pesante eredità sul piano disciplinare.

“Le espulsioni? Meglio avere sabato prossimo a Canosa degli squalificati che non in alcuni scontri diretti – prosegue Santarcangelo – la Chaminade ha giocato la gara della morte: era un po’ all’ultima spiaggia e noi questo lo sapevamo. Sul 5-1 sembrava vinta, poi in dieci secondi hanno fatto due gol e l’hanno riaperta. Siamo stati però bravi a tenergli botta e a portare il risultato a casa”.


emme elle