breaking news
  • 25/10/2021 23:11 Serie B girone F: nel posticipo, Real Ciampino Academy-Velletri 5-4 (primo tempo 4-4)

17/09/2021 15:34

Quadrangolare Città di Campobasso, Cus Molise in prima linea. Sanginario: ''Evento di spessore''

La prima uscita di fronte al pubblico amico ha sempre un sapore speciale. E sarà così evidentemente anche per il Circolo La Nebbia Cus Molise impegnato domani nel quadrangolare Città di Campobasso con Napoli, Vis Gubbio e Tombesi Ortona. Un evento di valore assoluto, utile alla squadra di Marco Sanginario per mettere benzina nelle gambe e provare gli schemi in prospettiva futura, ma vetrina importante per la città di Campobasso e la Regione Molise (che ha patrocinato l’evento) che sarà al centro dell’attenzione di appassionati e addetti ai lavori con lo splendido scenario del Palaunimol a fare da cornice a sfide di grande qualità.


“Abbiamo lavorato sodo per mettere su un evento di valore – spiega il trainer rossoblù Sanginario – credo che la qualità delle squadre che si affronteranno è la dimostrazione di quanto questa manifestazione sia cresciuta in tre anni. Ringraziamo il Napoli, il Gubbio e la Tombesi per aver accettato il nostro invito e siamo sicuri che ci sarà grande divertimento sul parquet oltre a spunti interessanti per tecnici e addetti ai lavori”.


L’attenzione del trainer va poi all’aspetto  tecnico della kermesse.


“Per noi sarà l’occasione di mettere altra benzina nelle gambe oltre a rendere, se possibile, ancora più solide le basi del gruppo. Abbiamo inserito diversi elementi nuovi e le amichevoli sono utilissime per amalgamarli. Avremo modo di affinare ulteriormente gli schemi al cospetto di un’avversaria di categoria superiore come il Napoli che a mio avviso si giocherà lo scudetto insieme al Pesaro. Al di là della partita singola, credo e spero che sarà una bella manifestazione per chi la giocherà e per chi deciderà di venire a vederla. I ragazzi hanno lavorato sodo, siamo reduci dalla bella apparizione di Manfredonia e vogliamo continuare a crescere”.

 

 

Ufficio Stampa Stefano Saliola


foto: Stefano Saliola