breaking news

28/03/2024 09:45

Real Ciampino, la fiducia di Gioia: "C'è l'entusiasmo giusto per fare bene e arrivare fino in fondo"

Dal campo alla panchina. Era inevitabile che il percorso di Graziano Gioia nel futsal non si interrompesse il giorno in cui ha deciso di dire basta con l’attività agonistica, per dedicarsi alla panchina. D’altronde, per uno che come lui ha giocato per anni ai massimi livelli, vincendo due scudetti (con la Lazio nel 1997/98 e quello storico col Perugia nel 2004/2005), due coppe Italia in maglia biancazzurra (tra il 1997 e il 1999) e alzando al cielo anche la Supercoppa nella magica annata perugina (era il 2005), passare dall'altra parte era la cosa più naturale.


Oggi Graziano Gioia guida il Real Ciampino Academy, costola cadetta del Ciampino Futsal di Serie A. Il campionato ha lasciato per un paio di settimane il posto alla preparazione della Final Eight della Coppa Italia cadetta, alla quale i rossoblù sono approdati battendo in una finale pirotecnica il Club Sport Roma.


- Graziano, intanto in quali condizioni affrontate la trasferta in Basilicata e qual è lo stato d'animo che vi accompagna ad affrontare la sfida con il Compagnia Malo?


“Le condizioni generali sono buone, lo stato d'animo è rafforzato da tutto l’entusiasmo nell'essere arrivati tra le prime otto d’Italia e di giocare una competizione così importante nella propria categoria. E’ un evento da godersi dal primo all'ultimo giorno, cercando di arrivare fino in fondo”.


- Affrontate nel vostro quarto una squadra che al primo anno in Serie B sta andando ben al di là delle aspettative iniziali e come voi sta giocandosi la promozione in A2. Le assenze del Malo costituiranno un vantaggio? Che tipo di partita bisognerà aspettarsi dal Real Ciampino?


“Queste sono partite secche dove tutto può succedere se non le affronti con la giusta concentrazione in entrambe le fasi. Tutte le squadre che sono arrivate fin qui sono forti: al Malo mancano dei giocatori importanti che dovremmo essere bravi a sfruttare. Ma anche a noi mancherà Baiocco, squalificato, e ne avremo un paio che non sono al 100%. Mi aspetto tanto da noi e la nostra qualità di fare sempre la partita”.


- Tu hai giocato tante competizioni di questo tipo, anche a livelli maggiori: qual è il consiglio che senti di dare ai tuoi giocatori in vista della rassegna di Policoro?


“La cosa primaria che dirò è che bisogna pensare partita per partita e di giocare con personalità senza paura. Siamo una squadra intensa e aggressiva e queste caratteristiche le voglio sempre vedere. Poi è chiaro che conterà anche la gestione della gara in determinati momenti. E di godersi la manifestazione, anche perché è la prima volta per tanti essendo la nostra una squadra abbastanza giovane”.


Uno sguardo, infine, al campionato. Primo posto nel girone E assieme al Velletri, davanti all'Atletico Grande Impero e con un difficile impegno in trasferta alla ripresa proprio con il Club Sport Roma, comunque potenzialmente fuori dai giochi promozione. 


- Che volata sarà per Graziano Gioia?


“Dipenderà tanto da come torniamo da questa competizione. Avendole giocate so quante energie fisiche e mentali ti porta via la Final Eight. Comunque nelle ultime due gare tutto può succedere: sarà un finale di campionato bellissimo”.