Ricordi scuote l’Olimpia Verona: “A Pesaro dobbiamo ripartire dall’atteggiamento visto col Napoli”

Il numero 'zero' alla voce 'punti' nella classifica dell'Olimpia Verona rimane ancora una difficile realtà da accettare, ma martedì scorso, in occasione del turno infrasettimanale di Serie A, gli uomini di mister Castagna, pur perdendo 3-1 in casa con il Napoli, hanno dimostrato che la crescita costante è concreta e tangibile. Ecco che allora la trasferta di domani sul campo dell'Italservice Pesaro fa meno paura, perché con il giusto atteggiamento, anche la compagine marchigiana può essere messa in difficoltà. Per farlo però, gli scaligeri dovranno fare davvero tesoro della lezione appresa due giorni fa all'AGSM Aim Forum di Verona, magari ripartendo con un po' più di coraggio che, come ci ha spiegato il portiere Enrico Ricordi alla vigilia della sfida a Pesaro, contro i partenopei non sembra essere stato abbastanza.

- Enrico, con il Napoli un'altra sconfitta che non ha premiato i vostri sforzi. Credi che con un pizzico di fortuna e di attenzione in più avreste potuto portare a casa almeno il pareggio? 

"Per ora la partita con il Napoli è stata sicuramente una delle nostre prestazioni migliori in questa stagione. Diciamo che abbiamo avuto più coraggio delle altre partite nonostante davanti ci fosse un Napoli incerottato e non nella migliore forma; sicuramente avremmo dovuto osare di più per portare a casa qualche punto".

- Ora la sfida all'Italservice Pesaro, quasi un derby per te, marchigiano di Senigallia. Come dovrete impostare la partita?

"La partita di Pesaro è sicuramente una partita dal sapore diverso per me, viste le mie origini. Adesso dobbiamo ripartire dall'atteggiamento propositivo visto martedì con il Napoli per lottare e stare in partita fino alla fine. Per ora la situazione della nostra classifica rimane davvero molto difficile: per ribaltarla servirà coraggio".


l.m.







Foto: Facebook Olimpia Verona