breaking news

02/04/2021 22:58

Santos e Cesaroni riprendono la Sandro Abate: è comunque un buon pareggio per il Signor Prestito CMB

Un pareggio giusto e lo diciamo subito. Perché tutto sommato il 2-2 calza a pennello la sfida della tecnostruttura che ha visto Signor Prestito CMB e Sandro Abate affrontarsi a viso aperto regalando un confronto decisamente interessante, con le velleità dei materani che giustificavano l’attenzione per il match: l’aggancio al quinto posto della compagine di Batista, che all’andata si era imposta di strettissima misura bruciando la formazione di Nitti che ad Avellino avrebbe meritato di raccogliere qualcosa di più.


Un 2-2 curiosamente figlio di una gara nata con il conto delle assenze, due per parte appunto: Wilde e Galliani per il Signor Prestito, capitan Abate e Nicolodi per la Sandro Abate. Ma aspetti di contorno a parte, è stata una partita che non ha affatto deluso le aspettative, sempre viva e capace di regalare le emozioni più forti nelle ultime battute, con i padroni di casa capaci di rimontare due volte il risultato e arrivare anche ad un passo dal successo. Che probabilmente, con un Wilde in più in campo, sarebbe stato un obiettivo più concreto. Comunque, va bene così.


LA CRONACA - Primo pericolo per mano della Sandro Abate dopo poco più di un minuto: giocata sull’asse Bagarini-Jonas, l’ex A&S non incrocia il diagonale. Al 3’ la botta di Kakà sibila di un nulla a lato del palo sinistro, Kakà ci riprova in diagonale palla di un soffio fuori. Al 5’50” botta di Neto, Perez si salva con l’aiuto della traversa. All’8’40” Sandro Abate vicina al gol, ma il tocco di Dalcin su Weber in uscita non inquadra la porta. 9’50”, ci prova Jonas ma Weber ribatte di piede, poi Crema esplode il mancino ma Weber è attento e toglie la sfera dal “sette”. 


11’: Neto pesca Pulvirenti, Perez gli si oppone e sulla respinta per poco Bagatini non provoca l’autogol, sugli sviluppi dell’angolo Neto mira l’angolo basso ma Perez si distende sulla sua destra e sventa. Un minuto dopo è Ramon ad andarsene lungo l’out sinistro ma spara sull’esterno della rete. 13’27” Pulvirenti dal corner a centro area, la palla supera Perez ma Santos non corregge a porta vuota sprecando la più ghiotta occasione del match. 14’05” ci prova Weber, Perez risponde la palla arriva a Cesaroni che calcia a botta sicura ma Perez è una saracinesca. 


16’56”: percussione di Cesaroni, palla a Well che al momento di calciare viene contrato in maniera fallosa secondo i giocatori materani che invocano inutilmente il rigore. Occasione per Ramon a dodici secondi dalla fine, ma il pallonetto dell’ex Asti e Luparense finisce di un niente a lato: 0-0 e si torna negli spogliatoi.


La ripresa inizia su buon ritmo, anche se l'assenza di un riferimento come Wilde si fa sentire in fase offensiva per il CBM. La partita continua ad essere equilibrata, l'impressione è che serva un episodio per sbloccarla e così è. Al 3’40” azione confusa al limite dell'area difensiva del CMB, Kakà prova la conclusione e Isi, da terra, lo mura. Secondo gli arbitri però lo fa con un braccio, e concedono il calcio di rigore agli irpini: dal dischetto si presenta Kakà, che non sbaglia. 


Il CMB assorbe il colpo e prova anche a rispondere: da una rimessa laterale Neto sfodera il sinistro e impegna Perez. La squadra di Nitti non si scoraggia e alza progressivamente la pressione, senza però riuscire a trovare varchi fino a quando, prima Weber e poi Neto, a poco più di cinque minuti dalla sirena, lambiscono la porta di Perez con due conclusioni dalla distanza. 


Nitti chiama timeout e invita Weber a salire per creare la superiorità, ma per la porta di Perez nessun pericolo, anche se al 15’49” Neto spara un siluro al volo che il portiere della Sandro Abate vede sfilare a fil di palo. Ma alla fine il meritato pareggio arriva, al 16’40”: Isi per Neto al centro per Santos smarcatissimo e palla in rete. Ma al 18’17” la doccia fredda: Crema inventa un passaggio per Dalcin che batte Weber. 


Nitti risponde con Cesaroni quinto di movimento per cercare dio riequilibrare il match ed è proprio Cesaroni a pareggiare al 18’59” con il capitano di prima intenzione che gira un’imbucata dalla sinistra. A 20” dalla fine la girata di Well sfiora la traversa, poi è Ercolessi a far venire i brividi alla difesa di casa ma il suo sinistro si spegne sull’esterno della rete. Finisce così: 2-2. 


E ora tutti a Rimini per la Final Eight di Coppa Italia.



SIGNOR PRESTITO CMB MATERA-SANDRO ABATE 2-2 (pt 0-0)

SIGNOR PRESTITO CMB: Weber, Strippoli, Nucera, Isi, Neto, Pulvirenti, Well, Santos, Petrucci, Ramon, Arvonio, Cesarini, Bizjak, Romagnoli. Nitti

SANDRO ABATE AVELLINO: Perez, Ercolessi, Silano, Zeloni, Lombardi, De Luca, Crema, Bagatini, Fantecele, Jonas, Kakà, Rizzo, Iandolo, Dalcin. All.: Batista

ARBITRI: Luca Petrillo (Catanzaro), Vincenzo Cannistrà (Catanzaro), crono: Luca Michele De Candia (Molfetta)

MARCATORI: st 3'40" Kakà (rigore, SA), 16'40" Santos (SP), 18'17" Dalcin (SA), 18'59" Cesaroni (SP)

NOTE: ammoniti Crema (SA), Bagatini (SA), Ramon (SP), Pulvirenti (SP), Isi (SP), Bizjak (SP), Neto (SP), Kakà (SA)