Serie C, Coppa Italia: Casagrande illude la Dibiesse, Chia e Giommoni fanno felice (2-1) il Bissuola

Alla fine i pronostici della vigilia sono stati rispettati: il Futsal Bissuola conquista la Coppa Italia di Serie C1 veneta. Al PalaDue di Bassano del Grappa gli uomini di Paglianti hanno avuto la meglio su una combattiva Dibiesse Miane. I biancoverdi ci hanno provato fino all’ultimo secondo, ma la compagine veneziana ha rispettato le aspettative della grande favorita, alzando il trofeo. 


LA CRONACA – Il primo brivido della partita lo regala il gialloblù Matheus, dopo quasi due minuti di gioco. Il match è tiratissimo e molti sono gli errori grossolani che vengono commessi in campo: la tensione si fa sentire. La prima iniziativa dei biancoverdi è targata Osmani, grande mattatore della semifinale con il Cosmos Nove. Il kosovaro ex Miti Vicinalis e Atletico Nervesa si ripete poco dopo al 7’, scippando il pallone a centrocampo, ma venendo beffato dal portiere avversario Calgaro che in uscita sporca il dribbling del giocatore biancoverde. Una trentina di secondi a seguire il Miane sfiora nuovamente il vantaggio, questa volta con Fasanella che deve fare anche lui i conti con Calgaro. 


Al 7’54”ghiotta occasione per il Bissuola: c’è il tiro di Bertoletti, l’estremo difensore trevigiano Mattiola però devia quel tanto che basta per mandare fuori tempo Cavaglià appostato sotto porta per il tap-in. Lo stesso Cavaglià ci riprova al 9’ con una conclusione sugli sviluppi di un corner che centra in pieno Mattiola. All’11’ il tiro di Bertoni sull’esterno della rete dopo una grande giocata di Osmani, anticipa il giallo rivolto al veneziano Giommoni che atterra Murador, involato verso la porta grazie a una triangolazione proprio con Bertoni. Al 12’16” Calcaro si produce in una parata decisiva su Murador, imbeccato dall’imbucata in verticale di Osmani. 


Carvalho al 14’ atterra Tela, commette il quinto fallo per il Bissuola e viene anche ammonito. Al 14’12” clamorosa occasione per i veneziani: Chia in dribbling arriva fino al fondo del campo, la scarica indietro a rimorchio per Bartuletti, ma il tiro a porta sguarnita del numero 70 gialloblù viene spedito fuori campo da una scivolata provvidenziale di Tela. L’ammonizione al 18’ del trevigiano De Zen anticipa il sesto fallo del Bissuola, commesso da Nalesso e punito con il giallo al 18’26”. Sul tiro libero si presenta Casagrande: il talento biancoverde fredda Calcaro con un tiro preciso sull’angolino in basso a sinistra e firma il vantaggio per il Miane. La Dibiesse conserva il vantaggio per i restanti novanta secondi, merito anche di un prodigioso Mattiola che sbatte la porta in faccia a Carvalho prima e Cavaglià poi. 


Il secondo tempo si apre con un’occasione per Chia. Sono solo le prove generali per la rete del pareggio, che arriva poco dopo, a 4’12”: Chia, raddoppiato dalla marcatura di Osmani e Bertoni, si libera sulla fascia destra e proprio con il destro libera un tiro violento che fulmina Mattiola. Poco dopo arriva il colpo di punta di Fasanella, murato dalla difesa del Bissuola. Al 7’ Murador viene ammonito, mentre Nalesso intanto, sulla conseguente punizione costringe Murador a deviare il pallone in calcio d’angolo. 


Il Miane continua a premere sull’acceleratore, con Fasanella sempre propositivo in avanti e Osmani che tenta la prodezza su pallonetto. La Dibiesse attacca, ma il Bissuola riesce a scrollarsi di dosso l’imprecisione del primo tempo, diventando spietatamente cinico. Al 12’09” Giommoni firma la rete del sorpasso, che sotto porta intercetta un tiro da fuori di Bartuletti: la prima deviazione viene bloccata da Mattiola, ma il portiere dei trevigiani si fa sfuggire il pallone dalle mani e lo consegna nuovamente a Giommoni, che la insacca per il 2-1 del Bissuola. 


Dopo le occasioni di Fasanella, Carvalho e Tela, al 17’ mister Capalbo inserisce Murador come quinto di movimento, il quale compie poi una vera prodezza su Giommoni, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati. Anzi, il Bissuola sfiora il 3-1 con il palo a porta vuota centrato dal tiro a lunga gittata di Nalesso. A venti secondi dalla fine Osmani, a due passi dalla porta, non devia di un soffio il tiro di Tela. Finisce con il brivido biancoverde la finale di Coppa Italia. 


IL COMMENTO – La grande favorita si è dimostrata tale: il Bissuola va in svantaggio, lotta, soffre, compie il sorpasso e alla fine trionfa in grande stile. Grande gara quella dei veneziani, ma onore al Miane: i ragazzi allenati dalla preparazione di Capalbo e guidati dall’esperienza di Bertoni non sfigurano affatto, anzi in più di un’occasione mettono sotto pressione l’avversario. 


La vittoria della Coppa darà al Bissuola il giusto slancio per inseguire lo Spinea al primo posto in campionato. La prestazione prodotta a Bassano dai biancoverdi invece, incoraggiante e convincente, infonderà grande fiducia nei confronti della ‘missione rimonta’.



DIBIESSE MIANE – FUTSAL BISSUOLA 1-2 (pt 1-0)

DIBIESSE MIANE: Antoniol, Casagrande, Fasanella, De Oliveira, Tela, Osmani, Bertoni, Balliana, Murador, De Demo, De Zen, Mattiola. All. Capalbo

FUTSAL BISSUOLA: Calgaro, Meo, Biscaro, De Sa Carvalho, Cavaglià, Nalesso, Zecchin, Chia, Giommoni, Bertato, Caregnato, Bartuletti. All. Paglianti

ARBITRI: Mariano e Prazzoli di Treviso, crono: Mansueto di Treviso

MARCATORI: pt 18’26” Casagrande (DM), st 4’12” Chia (FB), 12’09” Giommoni (FB)

NOTE: ammoniti Giommoni (FB), De Zen (DM), Nalesso (FB) e Murador (DM), tutti per gioco falloso