breaking news

19/02/2021 23:40

Signor Prestito, il cuore c'è ma non basta contro l'Italservice. Le assenze pesano: Nitti & C. ko!

Doveva andare così. L’Italservice fa valere la forza della capolista e piega un Signor Prestito mai domo, che è stato per oltre tre quarti di gara in partita credendo di poter ripetere l’impresa dell’andata quando tornò da Pesaro con un punto più che meritato in tasca. Ma stavolta c’erano le assenze di Wilde, Cesaroni e Bizjak con le quali fare i conti e nonostante Nitti recuperasse Ramon e Well, quei tre nomi in campo non si potevano non sentire. Applausi ai lucani, invitti e orgoglioso contro la corazzata di Colini, che alla fine ha vinto per 6-2 allungando nel finale con due drop di Miarelli che si sono spenti nella porta lasciata vuota dal quinto di movimento.


LA CRONACA - Italservice subito con la testa avanti, ma la difesa materana controllava. Pericolosa, al 3’28”, la puntata di Tonidandel che Weber devia oltre la traversa. Di fatto l’antipasto del vantaggio rossiniano: Borruto recuperava palla, riusciva a toccare in precario equilibrio per Tonidandel, libero di calciare sotto l’incrocio.


Al 6’ botta di Galliani, Miarelli rispondeva alla grande; veloce ripartenza di Borruto ma Weber si opponeva. Poi si doveva attendere il 12’28” per una nuova azione da taccuino: ripartenza pesarese su un’azione offensiva del CMB, palla a Canal, Weber devia sulla traversa. Al 12’40” lancio di Weber, Galliani ci crede e con un esterno sinistro beffa Miarelli per il punto del pareggio.

La risposta ospite arriva da Cuzzolino, che spara a botta sicura, la palla sbatte sul petto di Neto: i giocatori dell’Italservice invocano inutilmente il rigore. Poi al 15’ scatto di Borruto che si fa tutto il campo, ma Weber ribatte il suo tiro, forte ma centrale. Ci prova anche il Signor Prestito, al 15’52”: grande occasione per Neto ma Miarelli respinge d’istinto con la mano destra; passano venti secondi, palla da Ramon a Pulvirenti, e tiro che sibila a lato dell’incrocio dei pali. 


E come spesso accade, nel momento di maggior vena materana arriva il gol dell’Italservice. 16’55”: botta al volo di Cuzzolino che si insacca, imparabile per Weber. Nemmeno mezzo giro di lancette e punizione per la squadra di Colini: il sinistro di Cuzzolino è chirurgico per l’1-3. Il Signor Prestito ci riprova nuovamente con Neto, puntata mancina che Miarelli sventa di piede. E si va negli spogliatoi con la sensazione che il Signor Prestito possa ancora giocarsela nei secondi venti minuti.


E infatti, al ritorno in campo, passano due minuti e l’occasione è per Well, ma l’attaccante brasiliano non riesce a trovare il tempo per battere a rete circondato dai giocatori del Pesaro. Ancora Well gira al volo, ma Miarelli salva con un grande intervento acrobatico. Il CMB costruisce altre due chance: prima Perrucci viene murato da una bella parata di Miarelli, poco dopo una conclusione al volo di Isi destinata abbondantemente fuori trova la deviazione di Honorio che mette fuori causa l'estremo difensore rossiniano, ma termina di poco sopra la traversa. Poco dopo si scaldano gli animi perché il Pesaro gioca velocemente un pallone scodellato dagli arbitri, De Oliveira non si accorge del tentativo dei suoi di restituirlo ai padroni di casa e va vicino al 4-1, scatendando la rabbia della panchina di Nitti, con giallo al giocatore pesarese. 


Il Signor Prestito prende campo, Weber sale e i pericoli aumentano. Al 13' arriva il meritato gol di Pulvirenti: solita salita di Weber, pallone per Arvonio che indirizza sul secondo palo dove trova la deviazione vincente del capitano di giornata per il 2-3. Dalla parte opposta però c'è Borruto, che estrae letteralmente dal cilindro il 4-2: il "cobra" vince due contrasti e poi fredda l'uscita di Weber con un tocco sotto morbidissimo. Gran gol e 4-2 Italservice.


Il Signor Prestito non getta la spugna, Nitti opta per il quinto di movimento, ma alla prima palla persa in zona d’attacco, Miarelli centra la porta del CMB dalla sua area per il 5-2. Sempre il portiere pesarese sugli scudi alzando d’istinto sulla traversa una conclusione di Santos. Al 18’ l’ultimo sussulto: rimpallo in area, palla nelle mani di Miarelli che la indirizza di precisione nella porta materana. 2-6 e tutti a casa.


SIGNOR PRESTITO CMB-ITALSERVICE PESARO 2-6 (pt 1-3)
SIGNOR PRESTITO CMB: Weber, Nucera, Garrido, Neto, Galliani, Pulvirenti, Well, Santos, Perrucci, Wilde, Ramon, Arvonio, Cesaroni, Romagnoli. All.Nitti
ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Salas, Honorio, Canal, Marcelinho, Vesrpini, Guennounna, Antonioni, Tonidandel, D'Ambrosio, Fortini, Borruto, Cuzzolino, De Oliveira. All.Colini
ARBITRI: Luigi Alessi (Taurianova), Gennaro Cefalà (Lamezia Terme), crono: Vincenzo Buzzacchino (Taranto)

MARCATORI: pt 4'50" Tonidandel (IP), 12'34" Galliani (SP), 17'00" e 17'26" Cuzzolino (IP), st 13'10" Pulvirenti (SP), 14'37" Borruto (IP), 15'40" e 18'00" Miarelli (IP)

NOTE: ammoniti Arvonio (SP), Salas (IP), Galliani (SP), Weber (SP), Fortini (IP), Guennounna (IP)