Sporting Altamarca al completo per il recupero. Mister Serandrei: “Sedico galvanizzato e temibile”

Lo Sporting Altamarca ha centrato un’altra vittoria, in rimonta, contro il Cornedo. Una gara in crescendo, culminata con altri tre punti importanti. Adesso è il momento di raccogliere i frutti di una intera stagione condotta al comando: si prospetta un grande rush finale con l’Hellas che alle vostre spalle non molla di un centimetro…

“Contro il Cornedo sono arrivati punti importantissimi per il nostro percorso – dice mister Kim Serandrei ai nostri microfoni. – Non è mai facile e noi stessi ne siamo la riprova e mi riferisco al pareggio contro il Maniago. È stato altrettanto importante riuscire a gestire il vantaggio, ed amplificarlo, per tutto il secondo tempo. Raccogliere i frutti? Beh, sappiamo che abbiamo un vantaggio di sei punti e che le prossime partite non sono facili anzi, in prospettiva il calendario del Verona è in discesa, a parte il Chiuppano della penultima giornata. È chiaro tenteremo di tutto per chiudere il discorso promozione il prima possibile”.

E massima attenzione al Sedico, un avversario che sa essere molto temibile e che è in piena corsa per raggiungere i play-off.

“Il Sedico è una squadra difficile da affrontare soprattutto in casa, ma più di ogni altra cosa è una squadra che sta molto bene, come testimonia la vittoria in rimonta, sotto di tre gol, ottenuta contro il Pordenone nell’ultimo turno di campionato. A questo aggiungiamoci pure le grandi motivazioni per l’accesso ai play-off e si evince chiaramente quante insidie possono nascondersi dietro alla gara di domani”.

Che partita ti aspetti?

“Sarà una bella partita e molto difficile sia per gli agenti interni, come detto il Sedico non è facile da affrontare, che esterni, relativi al fatto che la trasferta anche infrasettimanale non agevola. Ci sarà da combattere, ma stiamo bene e siamo al completo e quindi si giocherà al massimo delle nostre possibilità. Non posso che supportare i mei ragazzi in tutto quello di cui avranno bisogno. Si sa che dobbiamo affrontare una partita complicata e quindi dovranno partire sentendosi supportati e appoggiati in tutto”.

 

(foto: Priarollo)