Sporting Altamarca, con l'Olimpia un match speciale per l'ex Ouddach: "Un piacere tornare a Verona"

Lo Sporting Altamarca vuole proseguire sulla striscia di risultati utili che gli sta permettendo di vivere una seconda stagione di A2 al di là delle iniziali aspettative. I biancoblù però sono attesi da un altro difficile impegno: i trevigiani sabato saranno infatti di scena a Verona per affrontare l'Olimpia. A introdurci questa sfida ci ha pensato Hamza Ouddach, che i gialloblù li conosce bene, visto che ha indossato i loro colori nella passata stagione, quando il club scaligero si chiamava ancora Hellas Verona.


- Hamza, come sta la squadra in vista della sfida all'Olimpia? Gruppo al completo?


"La squadra non sta tanto bene perché abbiamo delle assenze molto importanti sia per squalifiche che per infortuni, ma, come si dice, questo fa parte del gioco. Per il resto si lavora sempre forte per arrivare alle gare nelle migliori condizioni possibili".


- Che Olimpia Verona vi aspettate di vedere in campo? Quali loro caratteristiche dovrete tenere maggiormente d'occhio?


"Noi ci aspettiamo un'Olimpia Verona forte e con ritmi molto alti di gioco. Punteranno molto sulle giocate in uno-contro-uno, dal momento che conoscendoli posso dire che sono molto abili e molto bravi. Noi ovviamente ci stiamo allenando per arrivare all'AGSM Forum e fare una partita intensa, disputata alla pari". 


- È questa la "prova del nove", la gara che vi dirà su quali livelli potrà viaggiare la squadra?


"Ogni sabato è una "prova del nove": sinceramente questo campionato è molto equilibrato con tante squadre forti. Ovviamente domani incontreremo la prima della classe e giustamente andremo lì per giocarcela fino alla fine".


- Lo hai accennato prima: conosci già il Verona in cui ha giocato nella passata stagione. Quali sono le sensazioni in vista della sfida alla tua ex squadra?


"Ovviamente per me tornare all'AGSM Forum è sempre un piacere, così come lo è giocare contro i miei ex compagni con cui ho raggiunto la finale di Coppa Italia l’anno scorso: alla fine il bello del futsal è anche questo".


l.m.