Sporting Altamarca, un nome che è una garanzia: Paolo Birra è il responsabile del settore giovanile

Lo Sporting Altamarca comunica di aver affidato a Paolo Birra l’incarico di Responsabile del settore giovanile  a partire dalla stagione 2021/2022. 

Una figura di grandissima esperienza nel settore giovanile del calcio a 11, Paolo, diplomato Isef e patentato UEFA A, ha allenato in importanti piazze giovanili del grande calcio per oltre 20 stagioni:

  • 6 Anni presso Sett. Giov.Calcio Padova
  • 8 Anni presso Sett. Giov. Vicenza Calcio
  • 4 Anni presso Sett. Giov. Bassano V55 ST
  • 1 Anno presso Sett. Giov.Calcio Trento
  • 1 Anno presso Sett. Giov. Giorgione Calcio
  • 1 Anno Allenatore Rappresentativa Veneta regionale U15
  • 3 Anni presso Pescara Calcio Sett. giovanile e prima squadra Serie B

Una figura che porterà esperienza, professionalità e capacità gestionale in ambito sportivo, umano ed educativo a servizio dei giovani tesserati, famiglie, tecnici e dirigenti. La forte volontà di crescita giovanile da parte del presidente Ceccato e del Dg Baccin ha permesso di poter iniziare questo rapporto con un profilo e un responsabile ambizioso, esperto che ha sposato lo Sporting Altamarca con grande voglia di crescere assieme ai nostri colori.

Ma iniziamo a conoscere il nostro Responsabile!

Perché il futsal e perché lo Sporting Altamarca?                                                          

“Il Futsal per completare un percorso formativo che mi incuriosisce molto e dal quale sono sicuro apprenderò nuove metodologie utili a migliorare il mio bagaglio personale.”

Cosa ti ha spinto ad accettare il nostro progetto?                                          

“Altamarca perché mi ha colpito positivamente a primo impatto la voglia di identificarsi fortemente in un progetto e in un territorio che può regalare grandi soddisfazioni.Semplice ho accettato per merito del Presidente Andrea Ceccato che da subito mi ha dimostrato interesse competenze e grande disponibilità a migliorare. Grande importanza l’ha avuta anche il DG Nicola Baccin e il collega Korrado Kappaj di Asolo Academy”.

La prima impressione che ti ha dato la società?  

“La prima impressione della società per me è stata quella di una struttura ben delineata con compiti e ruoli ben definiti, obbiettivi chiari da voler perseguire e soprattutto tanta passione che alla lunga e sempre quel qualcosa in più che fa la.”

Gli obbiettivi immediati?                                                                                      

“Sicuramente cercare di dare una forte identità a tutto il settore giovanile identità intesa come cultura sportiva  uniformata ed estesa ai nostri giovani tesserati  e che comprenda: metodologie di lavoro condivise, buone abitudini e coinvolgimento di tutto l’ambiente societario genitori, dirigenti, tecnici e atleti; poi portare alla massima espressione sportiva ogni risorsa umana a nostra disposizione ed ancora estendere prima di tutto a noi stessi che i Valori che rappresentiamo sono più importanti dei risultati che conseguiamo (anche se noi per primi non vedremmo  mai la vittoria come un fattore da ostentare ma solo come un percorso conseguenza di un lavoro programmato)”.

E quelli a lungo termine invece?


“Per me uno solo vedere i nostri ragazzi del settore giovanile riuscire a varcare le porte della nostra prima squadra magari come atleti protagonisti.”

 



Uffico Stampa Sporting Altamarca



In foto Paolo Birra con il presidente Ceccato e il dg Baccin

 

 

 

 


Galleria