breaking news New

23/02/2021 09:33

Sporting, Brunelli c'è e sfida il Benevento: ''E' il crocevia forse decisivo della nostra stagione''

Foletto lo aveva portato in panchina, pronto a farlo giocare contro i Leoni Acerra qualora si fossero realizzate le condizioni. E Leonardo Brunelli in  campo c’è tornato, anche se per qualche minuto, nel primo tempo: un breve esperimento per verificare l’attitudine del bomber ai ritmi di gioco dopo il mese di stop e l’intervento al ginocchio dal quale l’ex Giorgione si è ripreso a tempo di record. Proprio da quel momento vogliamo partire nella nostra breve chiacchierata con un Leonardo Brunelli che sprizza gioia da ogni poro per essersi messo alle spalle uno dei momenti più difficili della sua esperienza italiana.


- Leo, con il mister avevi concordato che avresti fatto qualche minuto oppure quando ti ha detto di giocare sei rimasto sorpreso?


“Avevamo concordato che sarei andato in panchina e che sarei entrato in situazioni di palle ferme, falli, calci d’angolo e che avrei potuto giocare qualche minuto”.


- Pochi minuti ma molto significativi: come ti sei sentito a tornare in campo dopo queste settimane di assenza (e direi anche di passione)?


“Mi sono sentito molto felice, tornando a fare quello che amo di più dopo tanto tempo, soprattutto in una stagione che ha tutto per andare per il verso giusto”.


Leo Brunelli, insomma, ci sarà contro il Benevento. Non al cento per cento, s’intende, ma sapere che farà parte dei dodici è un motivo in più per infondere il giusto ottimismo in vista del big-match di questa sera del PalaCappuccini, decisivo per la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.


- Leo, alla vigilia di questo attesissimo match, quali sono le tue sensazioni? Poter giocare quella che ad oggi è la partita più importante della stagione che cosa ti fa provare? Come affronterai questa sfida, sapendo che in gioco c'è un obiettivo importante per squadra e società?


“Intanto devo ringraziare Giuseppe Detta che ha fatto di tutto e anche di più per farmi operare al più presto e, soprattutto, da un ottimo medico. Ringrazio anche il fisioterapista che mi ha accompagnato tutti i giorni facendo un ottimo lavoro, e il preparatore atletico che mi ha fatto lavorare il doppio per tornare in campo il prima possibile. Ora dobbiamo cercare a tutti i costi di fare risultato stasera: è il crocevia forse decisivo della nostra stagione”.


E non sbaglia Brunelli a definirlo tale, non solo perché in palio c’è il posto in Coppa Italia spettante al girone F, ma in chiave-promozione una vittoria sul Benevento significherebbe portarsi a +7 sui sanniti quando mancherebbero solamente sette giornate alla fine del torneo. E’ vero, c’è ancora lo scontro diretto-bis da giocare a Benevento il 13 marzo oltre le sfide con AP ed Ecocity (da affrontare in casa): ma il margine diventerebbe importante, da poter gestire con relativa tranquillità nell’ultimo strappo del torneo. 


L’appuntamento è per le 19 con tanto di diretta streaming sulla pagina facebook dello Sporting Sala Consilina. Per le teorie se ne potrà riparlare alla fine del TG1.



CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS DI SPORTINE-LEONI ACERRA