Stigliano mette tutti d'accordo (tranne l'Active Network): Sala Consilina, sono tre punti di platino

La prima cosa che riteniamo vada detta correttamente è un pubblico elogio a Massimiliano Monsignori: quest’Active Network è veramente una gran bella squadra. Ragionatrice, lineare, precisa nelle sue geometrie, brava a difendersi e pericolosa nelle verticalizzazioni: l’unico vero errore, la mancata chiusura della diagonale sulla palla centrata da Brunelli verso il secondo palo per il sinistro vincente di Stigliano al 14’44” della ripresa, è costato il gol salese. Ma la certezza è che quest’Active saprà togliersi davvero molte altre soddisfazioni.


E che dire del Sala? Intanto si prende tre punti e aggancia l’Italservice in ottava posizione, l’ultima che vale l’accesso ai playoff, con lo scontro diretto del 2 marzo che già comincia ad avere il sapore dello spareggio. Tanti i fraseggi degli uomini di Oliva ma anche tanti gli errori e le incertezze difensive che più di una volta hanno cagionato grossi rischi per la porta di Fiuza: tutta ordinaria amministrazione (diciamo così) per una squadra che dall’inizio del campionato non ha mai potuto giocare con tutti gli effettivi a disposizione. Questione ancora di tempo per far quadrare il cerchio in vista della volata che porterà al tabellone scudetto. Ma intanto Oliva si intasca tre punti che valgono doppio e può passare un weekend tranquillo.


LA CRONACA - La prima occasione è per Carducci dopo 70 secondi, la sua punta trova l’opposizione di Perez; pochi attimi dopo lancio di Fiuza, Brunelli svetta e anticipa Perez ma la palla finisce alta di un nulla. L’inizio salese è promettente: al 2’40” schema da rimessa laterale di Carducci, la palla arriva a Grasso che al momento di calciare viene strattonato, i giocatori del Sala invocano inutilmente il rigore. Al 3’47” destro di Brunelli che sfiora l’incrocio. L’Active Network si fa vedere la prima volta al 7’34”: la palla arriva a Berti che tira sull’esterno della rete; poi, all’8’57”, autentico miracolo di Lamedica che in scivolata devia in extremis il tiro di Emerson a colpo sicuro. All’11’31” Volonnino perde palla, Caverzan si invola verso Fiuza che salva in angolo; passa qualche secondo e caparbia ripartenza di Carducci, che resiste alle cariche e spara verso Perez che devia con prontezza.


La seconda metà del primo tempo è di marca viterbese. Al 12’10” gran destro di Igor e palla che sfiora l’incrocio; al 13’34” un altro rimpallo favorisce Berti, libero davanti a Fiuza che gli chiude lo specchio della porta; ancora Berti, al 15’38”, si trova la palla sul destro e centra la base del palo interno. Al 18’20” è sempre Fiuza che si oppone col corpo sul tiro di Curri e proprio sulla sirena, il portiere salese dice di no ad un colpo di testa di Igor su lancio dalle retrovie. Al riposo le squadre vanno sul risultato ad occhiali.


La ripresa si apre con una punizione a favore del Sala: al 2’21” punizione di Brunelli, palla che sbatte sotto la traversa e torna in campo; ancora il capitano di casa, al 3’05”, anticipa Oitomeia, appoggia a Volonnino che perde il tempo per battere a rete. Poi al 3’46” Perez rigioca la palla commettendo fallo, punizione dal limite: Volonnino tenta il cucchiaio facilitando la respinta della barriera. Ma il Sala insiste e al 4’14” è Carducci a intercettare la palla, Perez è bravo a sventare, ma sulla respinta si avventa Arcidiacone sul quale salva un difensore viterbese quasi sulla linea. Sul fronte opposto Fiuza sbaglia uscita, Igor serve Lepadatu in piena area ma il giocatore dell’Active tira clamorosamente a lato.


A cavallo del 12’ prima Berti e poi Scigliano impensieriscono la porta di Fiuza; si cambia fronte, Volonnino pesca Emerson solo davanti a Perez ma Curri è provvidenziale e spezza l’occasione. Ancora Fiuza, al 13’34”, respinge in angolo il sinistro di Berti. Al 14’24” affondo di Grasso, destro che Perez respinge in tuffo. A questo punto Oliva chiama il timeout e riparte con Stìigliano quinto di movimento: passano solo venti secondi e il Sala la sblocca. Brunelli si accentra nella rotazione, vede Stigliano sul secondo palo e gli mette la palla sul sinistro, solo da spedire sotto la traversa ed è vantaggio per lo Sporting.


Stavolta è Monsignori a chiamare subito il timeout di Monsignori: prima tocca a Lamedica, poi è Lepadatu a vestire la maglia del portiere di movimento. Al 16’41” Arcidiacone intercetta la sfera ma la sua parabola è fuori misura di poco. Ma al 18’10” il compleanno del difensore si macchia con il secondo cartellino giallo (forse per un presunto fallo sul cambio con Stigliano): per il difensore la partita finisce anzitempo. L’ultimo brivido al 18’39”: punizione dal limite per l’Active, Davi tira alto. Un bel sospiro di sollievo, l’Active Network è malato!



SPORTING SALA CONSILINA  - ACTIVE NETWORK 1-0 (pt 0-0)

SPORTING SALA CONSILINA: Fiuza, Grasso, Carducci, Thorp, Brunelli, Pozzo, Arcidiacone, Zonta, Stigliano, Volonnino, Salas, Cutrignelli  All. Oliva

ACTIVE NETWORK: Thiago Perez, Igor, Oitomeia, Lepadatu, Caverzan, Braconcini, Curri, Berti, Scigliano, Lamedica, Frigerio, Davì  All. Monsignori

ARBITRI: Paolo De Lorenzo (Brindisi), Carmine Genoni (Busto Arsizio); crono Francesco Sgueglia (Finale Emilia)

MARCATORI: st 14'44'' Stigliano (S)

NOTE: ammoniti Arcidiacone (S), Braconcini (A), Grasso (S), Cutrignelli (S). Espulso al 17'49 s.t. Arcidiacone (S) per somma di ammonizioni