Sul #futsalmercato plana un'occasione... internazionale: chi si assicurerà le prestazioni di Juchno?

Una grande occasione di #futsalmercato per quelle società che accettano le scommesse. Un po’ come ha fatto il Petrarca Padova, che su Artur Juchno ha creduto dopo averlo visto all’opera negli ultimi Mondiali disputati in Lituania: quello è stato infatti il trampolino di lancio per il giocatore baltico, 30 anni compiuti lo scorso maggio, che ha avuto l’opportunità di conoscere la Serie A italiana “chiamato” dal club patavino e proiettato subito nelle più alte sfere del futsal della Penisola.


Un percorso che può continuare in un’altra realtà. Juchno è pronto per nuove sfide, ancor più stimolanti per lui nel momento in cui potrà avere la possibilità di un minutaggio più costante. Luca Giampaolo, allenatore del Petrarca, ne ha elogiato le peculiarità con la solita obiettività.


“Artur è un laterale mancino che ha acquisito una significativa esperienza internazionale. Ha qualità tecnica e corsa, un dinamismo favorito dal suo fisico magro. Ma soprattutto è un giocatore intelligente tecnicamente, ho avuto modo anche di adattarlo come pivot e devo dire che nelle occasioni in cui è servito coprisse quel ruolo lo ha fatto anche in maniera diligente”.


Insomma, un giocatore che ha tutto le caratteristiche per far bene nei nostri campionati, indipendentemente dalla categoria. Un vero affare a portata di mano: quale società proporrà il progetto migliore?