Tonidandel beffa l'Acqua&Sapone e regala il primo posto matematico all'Italservice: è 3-2 a Pescara

Uno spettacolo per chi ama il futsal. Non per Scarpitti e per il presidente Barbarossa, probabilmente, che fino a 7’ dalla sirena finale stavano pregustando un successo pesantissimo e il possibile ritorno in testa alla classifica a una giornata dal termine della “regular season”.


Le leggerezze di Misael, però, condannano i nerazzurri a giocare il finale con un uomo in meno e a subire il pari di De Oliveira, ex implacabile che firma una doppietta e tiene in vita i pesaresi nella serata quasi perfetta di Murilo e compagni.


Nel finale, Miarelli alza un muro davanti alla propria porta e consente addirittura a Tonidandel d’infliggere la punizione massima a Scarpitti e i suoi: il 2-3 finale che fa esplodere di gioia la panchina ospite alla sirena finale. Pesaro vince la “regular season” con una giornata d’anticipo e ora attende il nome dell’ottava per iniziare il cammino nei play-off.


Ai nerazzurri, invece, toccherà la settima: il secondo posto è blindato al di là di come finirà la trasferta di sabato a Catania. 


LA CRONACA - Dopo il ko ai rigori in Coppa Italia, subito in rimonta dalla Feldi Eboli a Rimini, un’altra serata non felice per l’Acqua&Sapone, che aveva giocato un gran primo tempo, andando avanti sul 2-0 e subendo solo prima della pausa l’1-2 di De Oliveira. 


Nella ripresa, la squadra di Colini ha menato le danze a lungo, trovando nelle difficoltà un Miarelli super. L’episodio chiave, però, è il rosso a Misael: doppio giallo per l’ex Pescara, che lascia i suoi in tre contro quattro quando il cronometro iniziava a scivolare verso la sirena finale. In inferiorità, Cuzzolino inizia la sua danza sul pallone, spostando il gioco da destra a sinistra e facendo ballare la difesa, poi De Oliveira pareggia contro l’incolpevole Ricordi (quante parate per il portiere nerazzurro!) e spiana la strada al successo. Clamorosa la manata di Miarelli sul tiro di Murilo da due passi prima del pareggio. Poi la discesa di Tonidandel, che sbuca alle spalle di Gui e fissa il punteggio sul 3-2 per il Pesaro. 


Una lezione da studiare a fondo in casa Acqua&Sapone in vista dei play-off scudetto.


ACQUA&SAPONE-ITALSERVICE PESARO 2-3 (pt 2-1)

ACQUA&SAPONE: Ricordi, Fior, Cornacchia, Marrazzo, Fusari, Murilo, Coco, Gui, Misael, Fetic, Rafinha, Dudu, Zappacosta, Lukaian. All.Scarpitti

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Vesprini, Guennounna, Antonioni, Ceccolini, Tonidandel, Fortini, Salas, Honorio, Borruto, Taborda, Cuzzolino, De Oliveira, Marcelinho. All. Colini

ARBITRI: Giovanni Beneduce (Nola), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), crono: Gianluca Rutolo (Chieti)

MARCATORI: pt 15'25" Coco (A&S), 17'25" Lukaian (A&S), 18'10" De Oliveira (IP), st 15' De Oliveira (IP), 16'29" Tonidandel (IP)

NOTE: ammoniti Misael (A&S), Borruto (IP), Gui (IP), Cuzzolino (IP). Espulso al 10'39" st Misael (A&S) per somma di ammonizioni



Ufficio stampa e Comunicazione Acqua&Sapone Futsal

Orlando D’Angelo