Tripletta di Lolo Suazo, pokerissimo Olimpus: i blues di D’Orto si prendono il derby capitolino

Settima meraviglia consecutiva per l’Olimpus, che cala il pokerissimo e supera la Roma al PalaOlgiata, riscattando il pareggio dell’andata. A trascinare i Blues Lolo Suazo, cecchino infallibile dal dischetto del tiro libero.

Primo tempo – I padroni di casa provano fin da subito a fare la partita, ma i giallorossi confermano il loro ottimo stato di forma. La gara è intensa e combattuta, con gli ospiti che arrivano ben presto a quota cinque falli. Al decimo il primo tiro libero: il mancino di Lolo Suazo non perdona Rodriguez e sblocca il match. La partita resta a lungo equilibrata, poi, negli ultimi minuti, l’allungo dell’Olimpus, che trova il raddoppio con una splendida azione finalizzata da Jorginho e vola sul 3-0 con un altro tiro libero realizzato da Lolo Suazo.

Secondo tempo – La Roma ha il merito di non arrendersi. I giallorossi rischiano qualcosa dietro, ma non rinunciano mai ad attaccare e al decimo vengono premiati dal gol di Santos. Partita riaperta? Non proprio, perché 9’’ dopo la rete ospite arriva la tripletta personale di Lolo Suazo, che restituisce immediatamente tranquillità alla formazione di D’Orto. Batata prova a riaccendere le speranze dei ragazzi di Di Vittorio, ma l’Olimpus resta in controllo e chiude i giochi al diciassettesimo, con il definitivo 5-2 di Alessio Di Eugenio. Settima vittoria di fila per i Blues, che continuano la propria marcia trionfale in vetta al girone B.

OLIMPUS ROMA - ROMA 5-2 (pt 3-0)
OLIMPUS ROMA: Ducci, Di Eugenio, Dimas, Benlarambet, Jorginho, Musso, Ghiotti, L. Pizzoli, F. Di Eugenio, Chimanguinho, Suazo. All. D'Orto
ROMA: Caique, Batata, Gastaldo, Salas, Santos, Di Nappo, Leonardo, Guto, Lavrendi, Raimondi, Colletta.
ARBITRI: Gabriele Gerardi (Pescara), Ivo Colangeli (Aprilia). Crono: Pasquale Giaquinto (Ostia Lido)
MARCATORI: pt 9'07 Suazo (O), 17'30'' Jorginho (O), 18'42'' Suazo (O), st 9'21'' Santos (R), 9'30'' Suazo (O), 11'40'' Batata (R), 16'42'' A. Di Eugenio (O)

NOTE: ammoniti Gastaldo (R), Benlarambet (O), A. Di Eugenio (O), Dimas (O)


 Ufficio Stampa Olimpus Roma