Un Città di Massa spuntato sfida il Villorba. Mastropierro lo chiede: "Voglio conferme!"

E’ durata un paio di giorni la pacchia di aver conquistato, passando a Merate, la vetta del girone A di Serie A2. La vittoria della L84 ad Aosta ha riportato i torinesi da soli in vetta, ma questo scossone non ha certo cambiato l’umore in casa apuana.

”Assolutamente - replica mister Felice Mastropierro. - Abbiamo lavorato bene in settimana, consapevoli di voler confermare quello che di buono stiamo facendo”.

Mastropierro, però, ha di che storcere il naso. Garrote non ci sarà nemmeno domani, ma senza Pichi (anche lui fermo per infortunio) sarà un attacco bianconero spuntato.

”Garrote ormai è da due giornate che non gioca e sabato scorso anche Pichi, dopo tre minuti, si è fatto male, ma anche senza loro la squadra è riuscita a far punti. Quindi sono convinto che anche domani daranno tutti il massimo per vincere ancora”.

- La convinzione della squadra quanto si è rafforzata dopo la vittoria di Merate?

”La squadra sta facendo bene dalla prima di campionato, quando è mancata forse un pizzico di cattiveria sia in fase offensiva che in fase difensiva. Ovviamente, quando vinci contro una delle favorite come il Nervesa e su un campo ostico come quello di Merate... i risultati aiutano sicuramente l’aspetto mentale”.

- Che cosa temi del Villorba e quali saranno le soluzioni che cercherai di adottare per portare il risultato dalla vostra parte?

”Probabilmente, a differenza nostra, il Villorba è un gruppo che lavora insieme già da alcuni anni e questo potrebbe essere un piccolo vantaggio per loro su automatismi e giocate. Se però scendiamo in campo come abbiamo fatto fino adesso sono convinto che possiamo vincerla”.

Come anticipato nel corso della settimana, Mastropierro potrà contare anche su Ussi, appena rientrato dopo l’esperienza al Massa Calcio a 5. Oltre a Garrote e Pichi, Mastropierro dovrà rinunciare anche a Tenerani.

 

 

 

Foto: La Nazione