Una doppietta di Raguso spezza il sogno della Meta: alla Final Four di Coppa Italia approda la L84

I rossazzurri devono dire addio alla Coppa Italia. Vince la L84 sfruttando momenti e attimi rispetto ad una Meta Catania non letale come sempre. Etnei che devono abbandonare il sogno Final Four. 


LA CRONACA - Coach Juanra alla vigilia della gara ritrova in porta Timm, ma deve gestire un Carmelo Musumeci non al meglio e un non convocato per scelta tecnica. Primo tempo tirato, con occasioni da una parte e dall'altra. Meta Catania sicuramente però più attendista con il ritorno tra i pali di Timm e con Dian Luka uomo più pericoloso tra i rossazzurri. L84 che va vicino al gol con un incrocio dei pali clamoroso che salva la porta degli etnei, e formazione piemontese che trova due super parate di Timm a limitare i tentativi offensivi. 


Timm che è stato il valore in più della manovra etnea, powerplay costante che ha cercato di dare soluzioni in più e pericolosità alla Meta Catania. Strategia però che al minuto quindici ha portato alla rete del vantaggio della L84 con Raguso che approfitta proprio del portiere fuori dai pali siglando l'1-0. Dicevamo poi di Dian Luka: le sue due conclusioni sono i due veri pericoli per la porta neroverde e primo tempo chiuso con i padroni di casa sopra di una rete.


Meta Catania che partiva forte ad inizio ripresa: elettrica la squadra di Juanra che trascinata da Podda e Bocao materializzava pericoli per la porta di Tondi. L84 che reagiva e con Vidal prima e Tuli dopo esaltava i riflessi di un Timm reattivo. Rossazzurri che al 5’, con Rocha, da palla inattiva, venivano fermati ancora dalla parata di Tondi. Gara intensa con continui cambi di fronte, ma Meta Catania che non riesce a sfondare la fase difensiva di una L84 che al minuto tredici in ripartenza, ancora con Vidal, sfiorava la rete del raddoppio con la traversa a salvare gli etnei. 


La pressione della formazione rossazzurra continuava, ma il muro dei difensori di casa si alzava sulle conclusioni di Rocha e Podda. Un gol da recuperare per sperare ancora nella Final Four e Juanra si giocava a quattro dal termine il power-play per pescare il pareggio. Purtroppo però al 17’ ancora Raguso, azione solitaria e tiro dal limite che sorprendeva Timm per il 2-0 della L84. Aggressione finale della Meta Catania che senza aver più da perdere, senza estremo difensore e con Salamone uomo in più cercava la rete della speranza. Due deviazioni di Raguso e Vidal chiudevano ancora la strada ai siciliani. A due dalla fine e dopo il time-out di Juanra le giocate finali, ma la pressione non produceva solo una traversa scheggiata da Salamone, e formazione rossazzurra che doveva dire addio ad uno degli obiettivi stagionali.     


Ufficio Stampa Meta Catania


L84-META CATANIA 2-0 (pt 1-0)

L84: Tondi, Rescia, Fortini, Cuzzolino, Vidal, Pasculli, Garofano, Tuli, Yamoul, Schettino. Coco, Raguso. All. Paniccia

META CATANIA: Timm, Rocha, Dian Luka, Bocao, Anderson, Manservigi, Tornatore, Podda, Silvestri, Salamone, G. Musumeci, C. Musumeci. All. Juanra Calvo

ARBITRI: Luca Di Battista (Avezzano), Emilio Romano (Nola), crono: Simone Zanfino (Agropoli)

MARCATORI: pt 14'35'' Raguso (L), st 16'50'' Raguso (L)