L’ex Dudu Costa non dimentica il passato: “Al Petrarca anni bellissimi, felice di ritrovare tutti”

La millesima partita del Vinumitaly Petrarca è stata un’occasione speciale anche per ritrovare una cara vecchia conoscenza del club bianconero. Tra le file del Modena Cavezzo giunto sabato alla Gozzano per la decima giornata di Serie A2 Élite c’era anche Dudu Costa; il numero 10 degli emiliani aveva giocato a Padova tra 2018 e 2021, segnando 45 gol e lasciando un segno indelebile nella storia del club, conquistando la promozione in Serie A nel 2019.  

“E’ stata veramente una partita dalle mille emozioni – ha confessato Dudu Costa ai microfoni di PadovaSport nel post-gara -. Già durante la settimana mi passava un film in testa. A Padova ho vissuto veramente dei bellissimi anni; mia figlia è padovana, è nata qui. Sono felice di ritrovare una società che è cresciuta ancora di più con un mister come Giampaolo ogni volta più bravo. Faccio i complimenti per le mille partite, al presidente e a tutti coloro che mi hanno accolto benissimo, così come ai tifosi e ai bambini della scuola calcio che ancora si ricordano di me: vuol dire che ho seminato qualcosa di importante. È sempre bello, alla fine nello sport queste cose valgono più di qualsiasi trofeo”.

Poi un parere su quello che potrebbe essere il futuro del Petrarca in questa stagione.

“Per me è una squadra fuori categoria. Non voglio portare sfortuna – dice ridendo -, ma sicuramente è una squadra che può ambire alla promozione in Serie A: con tutto il rispetto per le altre, secondo me vanno ampi meriti a una formazione che salirà di categoria”. 





Galleria