breaking news

09/06/2021 16:58

#futsalmercato, pensieri irpini per Luciano Avellino: la Sandro Abate in pressing sull'argentino

Sarebbe un ritorno in grande stile in un campionato (e in un Paese) che lo hanno sempre apprezzato. Dopo ben dodici anni vissuti in Italia, il centrale argentino Luciano Andrès Avellino nella stagione appena conclusa si è goduto una nuova avventura professionale in Spagna, nella Primera Division. 


Il rosarino classe 1988, a pieno titolo si è ritagliata l’opportunità di giocare in uno dei campionati più bello e, allo stesso tempo, più competitivo del mondo. Con il Jimbee Cartagena, si è laureato campione di inverno al termine del girone di andata, ha chiuso la “regular season” in quarta posizione ma nei playoff la squadra di Duda è uscita ad opera del Levante nei quarti di finale. 


Ma l’Italia è rimasta ancorata nel cuore di Luciano. Prima la stagione al Domus in A2 (era il 2008/2009), quindi gli otto campionati al Latina, portato dalla B alla massima serie, con prestazioni di rilievo che gli sono valse anche la convocazione nella Nazionale argentina nel 2014. A seguire l’esperienza al Kaos Reggio Emilia, dove mette in bacheca una Coppa della Divisione, che precede i due anni in Abruzzo: con l’Acqua&Sapone vince una Coppa Italia e una Supercoppa. 


Una nostalgia per l’Italia mai negata dal giocatore, che presto potrebbe ritrovare il Belpaese e la Serie A. Con chi? Si parla di un serrato pressing della Sandro Abate, che starebbe convincendo Luciano a valutare la possibilità di trasferirsi in Irpinia. Avellino ad Avellino? Per ora un gioco di parole, presto un’idea che può diventare realtà.