breaking news
  • 29/05/2022 11:32 Under 17 fase nazionale, girone 2: Five To Five-OR R.Emilia 1-1, Fenice-ACSS Mondolfo 5-0
  • 29/05/2022 09:10 Under 15, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4, e seconda giornata del girone 2
  • 29/05/2022 09:09 Under 17, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4. Il girone 2 in campo ieri
  • 29/05/2022 09:08 Under 21 Nazionale, playoff: si giocano oggi le gare di andata dei quarti di finale
  • 28/05/2022 17:10 Serie C1 Umbria: la finale playoff termina 3-3 (dts). Gadtch 2000 agli spareggi nazionali

13/05/2022 18:46

#SerieC1Lazio, qui GAP. Mariello out, Pomposelli adirato. ''Squalifica inconcepibile, che tristezza"

Alessandro Pomposelli è su tutte le furie: le tre giornate di squalifica inflitte a Marco Mariello hanno fatto imbufalire l’allenatore del GAP.


“Sono avvelenato perchè stiamo parlando di un ragazzo che si sta lavorando da un anno per poter vivere la possibilità di giocare i playoff, e un arbitro questa possibilità gliel’ha negata, un personaggio che non ha compreso la sua buona fede e che non ha voluto punire un gesto involontario”. 


Per farla breve, al termine della partita con l’Academy Ferentino dell’ultima giornata sei “regular season”, persa dal GAP praticamente nelle battute finali, Mariello ha calciato il pallone per un gesto di stizza, pallone tra l’altro colpito male, come ha riferito Pomposelli, che ha preso sulla spalla il direttore di gara.


“Abbiamo cercato di di far capire, io e l’allenatore del Ferentino, che non c’era assolutamente volontarietà in quel gesto; speravamo che la cosa fosse chiusa e invece hanno dato tre giornate di squalifica al ragazzo. E’ una cosa inaccettabile, purtroppo noi, allenatori e giocatori, siamo costretti ad adattarci ai loro modi di arbitrare, c’è troppa presunzione ed è una cosa che veramente non si può più accettare, sono demoralizzato e a dir poco avvelenato. Se non si cambia modo di rapportarsi non va assolutamente bene”.


Durante la settimana era emersa addirittura la volontà di disertare la sfida del primo turno dei playoff col il Torrino, in programma domani alle 15,30, in segno di protesta. La clamorosa forma di protesta sembra essere rientrata.


“Comunque sia - riprende Pomposelli - andrà in campo una squadra che ce l’ha con tutti per questo episodio che è davvero ingiustificabile”.


E’ stata una stagione in crescendo quella del GAP.


“Eravamo partiti per salvarci, senza velleità, quello che hanno fatto i ragazzi se lo sono meritato, soprattutto per lo spirito con cui è stato affrontato l’impegno. Poi purtroppo, quando succedono certe cose…”.


- Che partita sarà quella di domani col Torrino? Una sfida nella sfida con Corsaletti sull’altro fronte…


“Con Salvatore condividiamo l’esperienza del campo da tanti anni, anche lui è un tecnico molto sanguigno. Per quanto ci riguarda, posso dire che il mio gruppo è unito e coeso, chiaro che giocheremo per vincere come abbiamo fatto in tutte le partite disputate quest’anno. Abbiamo vinto due campionati per arrivare a questo punto, avevamo iniziato la stagione incappando in una serie di sconfitte, poi ho trovato una crescente disponibilità nei giocatori e mano mano, con il supporto della società, siamo migliorati e lo abbiamo dimostrato coi risultati ottenuti e la conquista dei playoff. Non conosco il livello del girone del Torrino, non è facile parlare di valori cercandoli di comparare, ma sono ottimista, non lo nascondo. Siamo arrivati più lontano di quello che ci aspettavamo, anche se lo spirito è sempre quello di divertirsi e continuare a vincere, nonostante la nostra soddisfazione sia stata rovinata da questo episodio di una tristezza unica”.