breaking news
  • 29/05/2022 11:32 Under 17 fase nazionale, girone 2: Five To Five-OR R.Emilia 1-1, Fenice-ACSS Mondolfo 5-0
  • 29/05/2022 09:10 Under 15, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4, e seconda giornata del girone 2
  • 29/05/2022 09:09 Under 17, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4. Il girone 2 in campo ieri
  • 29/05/2022 09:08 Under 21 Nazionale, playoff: si giocano oggi le gare di andata dei quarti di finale
  • 28/05/2022 17:10 Serie C1 Umbria: la finale playoff termina 3-3 (dts). Gadtch 2000 agli spareggi nazionali

12/05/2022 17:18

#SerieC1Marche, qui Montelupone. Macellari punta sull'unità del gruppo: ''Vale più dei risultati''

Alfredo Macellari ha assunto le redini del Montelupone, chiamato dal ds Foresi e dal presidente Fuselli, agli albori della stagione 2019/2020. Quella poi interrotta dal Covid per intenderci, Covid che poi fece saltare il campionato successivo. La C1 edizione 2021/2022, invece, ha visto la formazione portacolori di questa piccola comunità della provincia di Macerata, terminare la sua corsa al quinto posto, ma con la licenza di sorprendere nei playoff, scattati subito con il blitz in casa del Pietralacroce che è valso l’accesso alla finale regionale dei playoff. Con sguardo sulla Serie B. Insomma, tanta roba per la formazione di Macellari, che dopo aver disputato una stagione di alto livello si appresta adesso ad affrontare quella che è probabilmente la partita più importante della sua storia sportiva.


- Mister, soddisfatto di come sono andate le cose fino a questo momento? Si aspettava di poter arrivare in fondo a questo percorso e trovarsi nelle condizioni di tentare il salto nel nazionale?


“Soddisfattissimo di tutto il percorso fatto a Montelupone, iniziato nel 2019 ed interrotto dal Covid. Siamo una delle poche realta' marchigiane che non ha modificato l’assetto della rosa, l’obiettivo e' sempre stato quello di stare insieme e divertirci come uomini, prima che di guardare ai risultati. Abbiamo lottato per restare uniti, e uniti siamo rimasti. Questo è molto piu' importante dei piazzamenti e anche dell’eventuale salto di categoria. Mi aspettavo di poter giocare e stare insieme ai miei ragazzi, quindi ogni partita che giochiamo è una gioia immensa”.


- Sabato giocherete la finale regionale in casa del Cerreto d'Esi, forti del fatto che avete già dimostrato, eliminando il Pietralacroce, di non temere l'effetto del fattore campo. Ma rispetto ai precedenti di campionato, che tipo di partita si appresta a pianificare e cosa chiederà ai suoi ragazzi di dare in campo nella sfida che può realizzare i sacrifici di una stagione?


“Chiedero' ai ragazzi di lasciare nello spogliatoio tutto cio' che potrebbe impedire loro di essere sereni e positivi, di portare solo il meglio di loro e combattere contro un avversario decisamente piu' blasonato. Abbiamo tutto cio' che ci serve per competere, per vincere servira' molto di piu', iniziando a pensare di non volere terminare la stagione adesso: facciamo un altro passo, per continuare ci vuole un pochettino di piu', mettiamolo!”.


Capitan Mattia Colotto e compagni sono tutti abili e arruolati per il match che sabato deciderà la squadra che rappresenterà le Marche nei playoff nazionali per il salto in Serie B. A Cerreto d’Esi si giocherà a partire dalle ore 15.