breaking news
  • 13/04/2021 17:29 Serie A2: doppio Nikao non basta, il Monastir batte la Lazio 3-2 nel recupero del girone B
  • 12/04/2021 21:27 Serie B, girone C: il Modena Cavezzo vince 4-0 il recupero di Bagnolo e torna in vetta

07/03/2021 17:11

Acqua&Sapone, Lukaian pronto al rientro: ''Non mi interessa la classifica, voglio Coppa e Scudetto''

Un mese dopo, la Bestia Lukaian è pronta per tornare a ringhiare sul parquet. Nel fine settimana della sosta, il 37enne brasiliano riavvolge il nastro e fa il punto della situazione, guardando al finale di stagione.

L’Acqua&Sapone Unigross ritrova uno dei suoi leader: fuori nelle ultime cinque partite (le ultime quattro del girone di ritorno più il recupero contro il Real San Giuseppe), il pivot ha sofferto in tribuna, ma sempre accanto ai suoi compagni, confermandosi elemento carismatico dello spogliatoio, oltre che goleador di qualità (18 i gol finora), spesso decisivo.

“E’ stato un incubo. E’ stato troppo difficile stare fuori: vedi cose che da dentro non si vedono e puoi solo parlare, senza poter aiutare la squadra. E a me non piace parlare, preferisco fare i fatti in campo – le parole di Lukaian – . Avrei voluto essere con i miei compagni per dare il mio contributo nei momenti difficili. Infatti ho deciso di stare con la squadra anche durante le trasferte in queste settimane per fare il possibile. E’ il momento di stare tutti insieme e di farlo fino alla fine. Abbiamo bruciato undici punti e questo non va bene: dobbiamo ricompattarci e uscire insieme. Ci sono stati degli errori, troppi. Noi tutti lo sappiamo e da adesso in poi non possiamo regalare più nulla a nessuno. Ne abbiamo già parlato nello spogliatoio, da adesso in poi non possiamo sbagliare niente”.

Un mese di riposo forzato per smaltire un fastidioso acciacco, ma adesso è tutto superato: “Ho fatto un periodo di lavoro per prevenire problemi, nei prossimi mesi, al ginocchio: ora sto bene, senza dolore e senza intoppi. Sono pronto per andare fino in fondo a questa stagione insieme ai miei compagni di squadra”.

Si ricomincia dal derby abruzzese di venerdì prossimo: la partita giusta per ritrovare subito la giusta fame di vittorie? “Pareggiare contro il Genova credo che per noi significhi aver toccato il fondo di questo periodo negativo. Ripartire dal derby? Che si giochi contro Pescara o contro Pesaro, d’ora in poi l’atteggiamento dovrà essere lo stesso. E dovremo cambiarlo rispetto all’ultimo mese: stavamo sbagliando tanto già prima del mio stop. Io per primo. Ora ci siamo guardati negli occhi: saremo un’altra squadra, come atteggiamento, dalla prossima partita e fino alla fine”.

Essere secondi in classifica significa avere meno pressioni addosso? Può essere un vantaggio? “Gli avversari contro di noi giocano la partita dell’anno perché qui vorrebbero venire tutti. Non perché affrontano la prima o la seconda in classifica. Contro di noi danno tutti la vita per farsi notare e cercare di venire a giocare con questa grande società, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. A me non interessa essere adesso primo o secondo. Per me conta vincere la Coppa e lo scudetto. Punto”.



Ufficio Stampa Acqua&Sapone - Orlando D'Angelo