breaking news
  • 21/10/2021 09:52 Serie C1 Calabria: Sensation Profumerie-Cataforio 0-6 a tavolino

29/01/2021 23:00

Altamarca, Serandrei abbassa i toni: "Una vittoria non ci porta alle stelle. Attenti al Vicinalis"

Gli applausi scroscianti dei dirigenti che hanno avuto la fortuna di seguire dal vivo l’impresa di Carrè risuonano ancora nei ricordi di Kim Serandrei, che nello scontro diretto vinto con il Chiuppano ha regalato probabilmente una delle lezioni di futsal più avvincenti della sua carriera da tecnico. Era inevitabile chiedere a Kim quali sono stati gli ingredienti di questa vittoria: cosa ha permesso allo Sporting Altamarca di imporsi in maniera così autoritaria su un avversario che mai prima di martedì scorso aveva conosciuto passi falsi?


“La partita contro l’Hellas Verona ci ha tolto in termini di energie fisiche, ma ci ha dato un po’ di consapevolezza in più, quella di saper competere. Il pareggio poteva essere una vittoria se avessimo avuto un pizzico di convinzione e concentrazione in più. Su queste premesse siamo andati a Carrè con la voglia di misurarci. Per fortuna le stelle si sono allineate e quindi abbiamo fatto una bella prestazione”.


- Sembra che l'alchimia sia perfetta: giocatori giusti al posto giusto, motivazioni massime, grande entusiasmo. E poi vincere aiuta a vincere: è davvero l'anno buono?


“Non capisco perché con una vittoria si salga alle stelle e magari con una sconfitta si finisca sottoterra. Sono tre punti e i nostri obiettivi non cambiano. Ci piacerebbe raggiungere le Final Eight, sono alla nostra portata e possiamo proseguire anche il nostro buon momento. Poi la differenza la fanno i ragazzi che possono aggiungere soddisfazioni in più, ma noi siamo sempre noi stessi con la voglia di migliorare. Vincere non sempre aiuta a vincere, ma impone determinazione e concentrazione. Dobbiamo tentare di dare il massimo possibile dimenticando ciò che è stato. Conta solo il domani e cioè la partita che verrà”.


- Avete superato gli scogli probanti del vostro calendario: strada in discesa ma ancora lunga, cosa predichi ai ragazzi?


“Come detto, vincere una partita complicata non ti fa vincere una stagione. Ci sono un milione di difficoltà ad ogni partita e ogni settimana, e noi dobbiamo tentare di affrontarle superarle nella miglior maniera possibile”.


- Domani c'è il derby col Vicinalis: in quale modo chiederai di affrontare questa partita? Avrai la rosa al completo?


“Appunto. Dopo il Chiuppano c’è il derby e ci sono difficoltà nascoste e insidiose. C’è solo una maniera che conosco per affrontarle, restare umili. Noi non siamo uno squadrone, noi ci dobbiamo mettere in campo e sudare, con testa, coesione e tentando di giocare bene. Il Vicinalis è una squadra arcigna e che al derby ci tiene, ovviamente, in maniera più che speciale. E in più come se non bastasse abbiamo la doppia squalifica di Halimi e Ouddach che fin qui hanno fatto bene”.



CLICCA QUI PER RIVEDERE I MOMENTI SALIENTI DI CHIUPPANO-SPORTING ALTAMARCA