breaking news
  • 22/01/2022 20:43 Serie A2F, girone A: nell'anticipo della 12ª giornata Virtus Romagna-Bagnolo 1-2
  • 22/01/2022 16:41 Serie AF: 12ª giornata, goleada Real Statte in casa della Lazio: termina 4-8
  • 21/01/2022 22:12 Serie A2F, girone B: nel recupero della 11ª giornata Jasnagora-Pelletterie 2-2

02/12/2021 11:47

Aposa, Paciaroni punta la sfida all'Athletic: ''Non hanno ancora punti, ma vorranno cambiare trend''

 Le emozioni di un derby non si esauriscono nel tempo di una partita o di un festoso post-partita: ti accompagnano per giorni, mentre riappaiono nella mente le immagini che hanno segnato due destini. Aposa ha avuto la meglio sulla Dozzese di Castagna e Grelle, dopo uno show che ha premiato la più audace.

Matteo Paciaroni, inflessibile cerbero della porta verde-nera, sottolinea la coralità del successo ottenuto: "Avere come avversari amici significa sì conoscerne i punti deboli e i punti di forza, ma anche dover gestire il piano emotivo: chi ha più sangue freddo, vince. Con la Dozzese sapevamo di dover lottare fino all'ultimo e rischiare: sotto di una rete, siamo rimasti compatti e, col portiere di movimento, abbiamo fatto le due reti decisive. Il risultato e il modo in cui lo abbiamo ottenuto devono renderci più consapevoli e fiduciosi nei nostri mezzi e trasmetterci un pizzico di serenità." Il prossimo test per Aposa si svolgerà in casa, contro la ligure Athletic Calcio a 5: "Il nostro avversario non ha ancora fatto punti: di certo arriverà qui a Bologna per invertire questa tendenza.

Noi siamo riusciti a farne quattro nelle ultime due partite: dobbiamo proseguire così. Il nostro percorso ha richiesto tempo e ne richiederà ancora, perché siamo in piena evoluzione. Ci saranno altri momenti di difficoltà, ma noi siamo già un gruppo ed è su questo che dobbiamo contare."

Paciaroni, 'Pacia', esorta i compagni alla fiducia e all'orgoglio di squadra: "Quando, in campo, stavo per abbattermi, ho sempre trovato qualcuno che mi ha dato una pacca sulla spalla, senza farmi pesare gli errori: noi siamo così, riusciamo a trovare dentro di noi qualcosa da offrire ai compagni nei momenti critici. Dobbiamo camminare sempre a testa alta, essere noi stessi e confidare nella nostra squadra, perché si vince solo tutti insieme". 




Ufficio Stampa Aposa Bologna