breaking news

31/08/2021 15:45

Aposa, un poker dall'Under 19 entra in prima squadra: Evangelisti, De Pietro, Turc e Pritoni


L'Aposa non è giovane: è giovanissima. I quattro nomi che, settimana dopo settimana, si contenderanno i posti disponibili sulla panchina della prima squadra non hanno nemmeno vent'anni, ma il loro futuro in serie B è più che un sogno.

De Pietro Alex e Turc Alex sono accomunati, oltre che dall'età (sono entrambi del 2003), dal ruolo (laterali) e dal percorso: dal Corticella calcio a 11, lo scorso anno entrano nel mondo del calcio a 5 e, più precisamente, nell'Under 19 verde-nera.

Evangelisti Renzo, laterale classe 2003 (qui in fotografia) muove i primi passi nel settore giovanile dell'Imolese, per entrare, nel 2020-21, nella squadra cadetta dell'Aposa, con qualche apparizione nel campionato di serie B.

Pritoni Jacopo, il più piccolo della rosa della prima squadra, è un laterale del 2004: anche lui cresce sotto l'ala di Carobbi all'Imolese, per trasferirsi, la passata stagione, nel Futsal Cesena, ove gioca sia in Under 19 che in serie B. Pritoni ed Evangelisti si sono fregiati del titolo di Campioni d'Italia con la Rappresentativa Giovanissimi dell'Emilia Romagna. +

"Questi quattro ragazzi - afferma mister Carobbi - hanno le qualità per potersi inserire in prima squadra, ma dovranno meritarsela. Giocheranno sia in Under 19 che, potenzialmente, in B, facendo, dunque, doppi allenamenti."

L'Under 19, allenata da Spartaco Massari, è in pieno work in progres.

"E' un gruppo da rigenerare, perché tanti 2002 dello scorso anno andranno a fare esperienza in altre squadre. La base sarà costituita da questi quattro ragazzi, più Ansaloni e Pieri (entrambi del 2002). Il primo raduno - conclude Carobbi - avverrà il 2 settembre nella palestra di Corticella, ma organizzeremo degli Open Day per reclutare ragazzi dal 2003 al 2005, con l'obiettivo di creare un Under 19 sotto età che abbia un percorso più lungo. In futuro andrò sempre a vedere le partite dei ragazzi e, se anche altri dimostreranno di avere le doti necessarie, si apriranno per loro le porte della prima squadra."  


Stefania Avoni - Ufficio Stampa Aposa Bologna Fcd