breaking news

02/03/2021 08:45

Arvonio, la gioia del primo gol in A. "Una gran bella soddisfazione. A Matera mi sento realizzato"

Un momento da ricordare per sempre, quello di mettere a segno il primo gol nel campionato di massima serie. Pazienza che poi non è servito ad evitare il ko alla sua squadra. Stiamo parlando del laterale classe 1996 Nicolas Arvonio del CMB Signor Prestito Matera che ha inserito, con pieno merito, il suo nome nel tabellino dei marcatori sabato scorso in quel di Eboli, contro la Feldi.

“E’ stata davvero una bella emozione segnare il mio primo gol in serie A, siamo amareggiati per la sconfitta, ma la grande soddisfazione e la gioia per questa rete restano”.

Dalle scorsa estate per Arvonio c’è stato il doppio salto dalla serie B (Limatola Futsal) al CMB. Un nuovo mondo professionale si è schiuso da affrontare con impegno e sacrificio.

“E’ stato un doppio salto davvero – prosegue Arvonio - non ho mai giocato in Serie A.  A Matera mi trovo benissimo, per me è stato importante confrontarmi con una realtà molto affascinante e impegnativa quale il campionato di massima serie. Il mio obiettivo è allenarmi con il massimo impegno e farmi trovare pronto quando il mister lo deciderà in modo da poter aiutare i compagni. L’importante è esserci, poi se gioco due minuti o cinque minuti non conta molto”.

Oltre a segnare il primo gol in A, tutta la stagione è stata finora un sogno per Arvonio che ha potuto conoscere al CMB tanti campioni del calibro di Wilde o Neto solo per citarne alcuni.

“All’inizio ero un po’ emozionato ad allenarmi con loro – spiega l’ex giocatore del Limatola -  avevo quasi un po’ di soggezione. Poi nel gruppo c’è grande armonia e coesione e questo mi ha aiutato molto. Certamente è una gran bella soddisfazione scendere in campo e allenarsi nel quotidiano con chi ha fatto la storia di questo sport. Alla fine il lavoro paga sempre, ma resterò sempre umile per poter crescere e migliorarmi sempre di più”.

 

emme.elle