breaking news
  • 17/10/2021 20:14 Serie A, Ciampino Aniene-Vitulano Drugstore Manfredonia 3-0 nel posticipo della Sky Arena
  • 17/10/2021 20:00 Serie A2F, girone C: Atletico Foligno a punteggio pieno, battuta la Nox Molfetta per 2-0
  • 17/10/2021 19:56 Serie A2F, Sabina Lazio e Pelletterie a punteggio pieno nel girone B dopo la 2ª giornata
  • 17/10/2021 19:55 Serie A2F, Castellammare e Irpinia al comando del girone D dopo la seconda giornata

18/05/2021 17:37

Spes Poggio Fidoni, il tecnico Biagini: ''Ripartiti con la volontà di lavorare in chiave futura''

La Spes Poggio Fidoni è tra le squadre che hanno deciso di riprendere l'attività nel campionato di C1 laziale, dopo la lunga dovuta al Covid. La formazione gialloverde è inserita nel girone B e proverà a giocarsi fino all'ultimo tutte le possibilità per accedere alla post season, riservata a coloro che chiuderanno il mini-campionato tra le prime quattro posizioni. 

Alla Spes tocca anche il compito di raccogliere quella che è l'eredità lasciata dal Real Rieti, e non è un mistero che la società voglia provare anche una esperienza nel nazionale, dopo essersi consolidata in maniera importante in Serie C1. Quest'anno la guida tecnica è stata affidata proprio ad un ex Real, Marco Biagini, giovane tecnico in rampa di lancio. Dopo quattro partite disputate in campionato la Spes ha accumulato tre punti, frutti della vittoria all'esordio contro per 8-5 contro il Cortina.  Dopo il successo della prima gara sono arrivate poi tre sconfitte, in uno scampolo di stagione che comunque servirà per iniziare a ragionare su quella che potrebbe essere la rosa della prossima stagione. A fare il punto della situazione è proprio il tecnico dei reatini, Marco Biagini. 

"E' una stagione difficile - spiega - riprendere dopo così tanto tempo è stato uno sforzo. Abbiamo rinnovato la rosa, inserendo alcuni giocatori che valuteremo anche in funzione della prossima stagione. Scendiamo in campo sempre con l'obiettivo di fare bene e provare a vincere, ma alla fine l'obiettivo è proprio quello di lavorare in funzione del prossimo anno. Tra infortuni, quarantene preventive e tutto il resto le condizioni non sono delle migliori, ma cerchiamo di fare sempre il meglio". 



esp.