breaking news New

22/02/2021 13:48

Canicattì, Marino incontra il suo passato: “Sfida difficile con la Nissa, ma vogliamo i tre punti”

E’ un Canicattì in forma smagliante. Quattro vittorie di fila, l’ultima ottenuta sabato contro il Real Augusta. Domani, però, si torna subito in campo contro un avversario ostico, la Pro Nissa, dove fino a poco tempo fa militava Giovanni Marino che, come lui stesso ricorda, ha indossato per quattro stagioni la fascia di capitano.

“Domani sarà una partita veramente complicata. Conosco bene i ragazzi che giocano nella Pro Nissa e conosco le qualità di ognuno di loro. È vero, sarà strano per me giocare contro la Pro Nissa nella quale sono stato capitano per quattro anni e con la quale abbiamo raggiunto traguardi veramente importanti. Per me, però, sarà è una partita che vale sempre tre punti. Voglio vincere sempre a prescindere da chi sia l’avversario. Speriamo che domani sia una gran bella giornata di sport e speriamo anche di riuscire a fare pieno per continuare il nostro cammino e per inseguire i nostri sogni”.

Quarta vittoria di fila per il Canicattì, aspetti positivi e aspetti da migliorare in quest’ultimo periodo secondo te? Come dire, quale il segreto e in cosa ancora si può ulteriormente crescere?

“Veniamo da un filotto positivo costituito da quattro vittorie consecutive. Sicuramente è un segnale molto importante per una squadra neopromossa che, arrivata a questo punto della stagione non ha più nulla da perdere contro nessuno. Sicuramente come ho detto più volte il segreto di questa squadra è il duro lavoro durante la settimana e la voglia di non mollare mai in campo, per difendere questa maglia che portiamo addosso. Ancora questa squadra ha tanto da migliorare sotto il profilo del gioco, son sicuro che ancora il Canicattì non stia esprimendo al massimo le sue potenzialità e che, col tempo, ne vedremo delle belle...”.

Col Real Augusta che partita è stata?

“Sabato abbiamo affrontato una squadra ben organizzata che ci ha reso dura la vita ed una gara parecchio dispendiosa dal punto di vista delle energie fisiche. Siamo riusciti ad ottenere i tre punti ed era questo ciò che contava. Questo purtroppo è un campionato dove non devi commettere mai l’errore di guardare la classifica e sabato abbiamo avuto la dimostrazione che non va sottovalutato mai l’avversario”.