Capolavoro Potenza Picena a Recanati, tra gol (13) e spettacolo: derby e finale in un colpo solo

Adrenalina pura. Al termine di partite così si genera adrenalina pura e si fissano nella memoria ricordi che neanche dopo 50 anni potranno scomparire.

Certo, era “solo” il primo turno dei playoff, ma per il Potenza Picena andare a Recanati sul campo di una corazzata, disputare la prima partita di questo tipo nella sua storia e vincere 7-6 al termine di una gara vietata ai deboli di cuore, è qualcosa che somiglia molto ad un capolavoro sportivo. Bello, bellissimo. E come premio ora ci sarà un altro turno degli spareggi-promozione, con il sogno che quindi può proseguire per un’altra settimana.

CRONACA - Il Recanati inizia in forte pressing, ma a passare in vantaggio è il Futsal Potenza Picena con un gran pallonetto di Di Matteo. I padroni di casa reagiscono in maniera veemente, pareggiano con un bel sinistro di Sabbatini e poi volano sul 3-1 nel cuore del primo tempo grazie a una doppietta di Di Iorio. Il quintetto di Moro non si abbatte, rialza la testa e si mette subito col quinto di movimento. Mossa che viene premiata grazie alla rete di Vilmar che vale il 3-2 di primo tempo.

Se la prima frazione è stata fantastica, la ripresa è da defibrillatore automatico azionato. Si decolla dopo 8 minuti di calma apparente: Pizzo recupera palla, dialoga con Nikinha e deposita in fondo al sacco il pallone del 3-3. A questo punto scoppia un “incendio”. Badate al cronometro: 9’26’’ una autorete di Sabbatini vale il sorpasso dell’FPP. Altri 41’’ e Montagna fa fallo in area: espulsione e rigore, che Da Silva trasforma nel 4 a 4. Passano dieci secondi e il Recanati la ribalta di nuovo: stavolta l’autorete è di Di Matteo e Recanati al 30’19” complessivo è avanti 5-4. Di nuovo power play potentino e capitan Di Matteo si rifà subito della sfortuna precedente firmando il 5-5 quando mancano ancora nove minuti e mezzo al termine. E il bello è che le cose stratosferiche devono ancora arrivare. Mister Moro insiste col quinto in attacco. Un azzardo? No, perché arriviamo al clou della partita: siamo al 34’: Nikinha estrae dal cilindo un lob che vale il 5-6 e la conseguente standing ovation del pubblico presente. Che gol, favoloso e pesantissimo. Ma non è finita qui. Adesso è il Recanati a inserire il quinto, ma i giallorossi ospiti difendono forte, rubano palla e con Wendel trovano la rete del 5-7 a tre minuti scarsi dal gong. I padroni di casa non mollano, ovviamente. Di Iorio accorcia a centouno secondi dal termine e il quintetto di casa sul 6-7 va in forcing totale. La sofferenza per Di Matteo e compagni è grande, ma stavolta la resistenza è totale e il match si trascina sino al triplice senza novità.

Al suono della sirena esplode la festa dei calciatori in campo, della panchina, della dirigenza e dei tifosi fuori. Il capolavoro è compiuto: il Futsal Potenza Picena in un colpo solo ha vinto il derby, ha conquistato la finale dei playoff di girone (sabato prossimo sul campo della Sangiovannese che si è affermato sul campo del Montesicuro Tre Colli) e si è regalato così un’altra settimana di sogno. Adrenalina pura. Anche troppa a dire il vero…

 

Ufficio Stampa Potenza Picena