breaking news
  • 03/07/2022 12:30 #Serie B, Nicola Masiello è stato riconfermato sulla panchina del Senise

14/03/2022 19:25

Celano, scatta la Coppa Italia. Cimini: ''Attenzione al carattere del Ciampino!''. Out Dylan Calvet

Il Celano inaugura la sua avventura nella fase nazionale della Coppa Italia di Serie C ricevendo la visita dell’Atletico Ciampino, che nella prima partita del Triangolare E ha vinto all’ultimo respiro con l’Alghero. Partita, quella di Genzano, alla quale ha assistito mister Fabio Cimini al quale, proprio sulla scorta di quello che ha potuto vedere al PalaCesarioni, abbiamo chiesto che idea si è fatta del primo sfidante di questa fase nazionale e se domani ritiene che la sua squadra riuscirà a sfruttare il fattore campo, visto che comunque sarà chiamata a vincere obbligatoriamente.


“Credo che quella di domani sera sia una partita difficile da affrontare, dovremo essere bravi a gestire le emozioni e soprattutto il tempo effettivo, che per noi è una cosa nuova. A Genzano ho visto un Ciampino che non molla mai: significa che dovremo essere concentrati per tutta la partita”.


- Come hai preparato questo debutto di domani, senza Dylan Calvet e con Normanno che rischia di non esserci? Che aria tira nel gruppo? 


“Ci siamo preparati bene e i ragazzi hanno messo come sempre il massimo impegno, non potevamo tralasciare la partita di sabato perché per noi era molto importante ma nello stesso tempo abbiamo pensato anche a quella di martedì. Mancherà Dylan e Normanno, in effetti, è in dubbio, ma speriamo di recuperarlo. Nel nostro ambiente si respira un’aria di entusiasmo e positiva, i ragazzi non vedono l’ora di giocare per misurarsi in questa fase nazionale con realtà diverse da quelle affrontate fino ad ora”.


- Gli otto gol alla Minerva confermano che state vivendo un ottimo momento di forma. Con questo Sulmona che vola pensi che sia il caso concentrarsi intanto più sulla coppa e poi ripiegare eventualmente sui playoff regionali ed eventualmnente nazionali?


“E’ vero, stiamo attraversando un buon momento e dobbiamo esserne felici perché ci ripaga del lavoro fatto fino ad ora, ma consapevoli che dobbiamo mantenerlo. Per il resto preferisco pensare di partita in partita, con la voglia di non tralasciare nulla, quindi andiamo avanti un passo alla volta non facendo differenze tra campionato e coppa ma  consapevoli di potercela giocare con tutti”.