Cesar, Favero (bis) e Fabinho fanno felice la Gear: il poker all'Orsa vale la salvezza matematica

Salvezza raggiunta con tre turni di anticipo (due da calendario ed un recupero) per la GEAR SIAZ che con la vittoria per 4-2 nell’innevata trasferta lucana di Viggiano scaccia i fantasmi e mantiene Piazza Armerina in serie A2.


La vittoria sull’Orsa Viggiano segna anche un altro storico record, e cioè quattro vittorie consecutive in un Campionato Nazionale, traguardo per una neopromossa non da poco, i biancazzurri raggiungono così il quinto posto in classifica in coabitazione con il Futsal Bernalda. 


La posta in palio è pesante e le due squadre sembrano quasi congelate dalla neve che copiosa ha coperto Viggiano nella notte, gli animi si scaldano sulla panchina di casa quando il tecnico dei lucani viene espulso. Sul parquet si ravvisa qualche tiro dalla distanza per entrambe le compagini ed una occasione fallita da Tamurella per i biancazzuri, che nella seconda metà del primo tempo vanno sotto a seguito di una ripartenza fulminea dei padroni di casa.

 

Lo svantaggio scuote i ragazzi di Goulart che provano a reagire, ma senza essere molto pericolosi ed il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio.

 

La ripresa si apre con gli ospiti più aggressivi e decisi a cambiare il corso della gara trovando la rete del pareggio con Cosano dopo solamente un giro di orologio. La pressione dei biancazzurri aumenta ed al settimo minuto si portano in vantaggio con Favero.

 

Trovato il vantaggio i biancazzurri arretrano il baricentro e lasciano maggiormente il pallino del gioco ai padroni di casa che ci provano in due occasioni in cui però Castronovo si fa trovare pronto, gli ospiti invece provano a chiudere la gara ma non concretizzano in ripartenza.

 

Negli ultimi tre minuti la gara si accende, i padroni di casa giocano con il quinto di movimento e trovano la rete del pareggio e tutto sembra ormai scritto, ma Fabinho e compagni non ci stanno, Tamurella si invola sulla sinistra attende a rimorchio i compagni e Favero mette a segno la rete del nuovo vantaggio a meno di 90 secondi dalla sirena.

 

Orsa Viggiano nuovamente con il quinto di movimento, ma questa volta la difesa siciliana regge ed a 5’’ dal termine capitan Fabinho festeggia il rinnovo di contratto depositando in rete per il 4-2 finale. Negli spogliatoi i ragazzi si lasciano andare ai festeggiamenti di rito.

 
ORSA VIGGIANO-GEAR SIAZ P.ZZA ARMERINA 2-4 (pt 1-0)
ORSA VIGGIANO: Boschiggia, Antonucci, Tutilo, Luizinho, Contini, Brancale, G. Siviglia, Ambrosio, F. Siviglia, Sanchez, Grossi. All. Rispoli.
GEAR SIAZ: Castronovo, De Paiva, Cesar, Favero, Fabinho, Amato, Muscarà, Filetti, Tamurella, Farinato, Bruno, Goulart.
ARBITRI: Ariasi di Pescara e Di Filippo di Teramo. Crono: Dan Campanella di Venosa.
MARCATORI: pt 14’54’’ Contini (O), st 1’39’’ Cesar (G), 7’07’’ Favero (G), 16’58’’ Contini (O), 18’00’’ Favero (G), 19’55’’ Fabinho (G).


Ufficio Stampa Gear Siaz P.zza Armerina