breaking news
  • 11/05/2021 21:37 #Under19: Fortitudo Pomezia alla terza fase play-off. Superato 5-4 il Real Ciampino

03/05/2021 22:05

Champions, lo Sporting è campione d'Europa. Il Barça si arrende per 4-3 dopo una splendida finale

Che rimonta! Dallo 0-2 al 4-3 e la festa è tutta dello Sporting che, nella finale croata di Zadar, mette in bacheca la seconda Champions della sua storia dopo il trionfo del 2019, imponendosi sul Barça campione uscente. Il 2-0 al termine del primo tempo aveva illuso il Barça che nella seconda frazione di gioco ha dovuto fare i conti con il ritorno prepotente, anche fisico, degli uomini di Nuno Dias. Per i “nostri” Merlim e Cavinato arriva a concretizzarsi un sogno a lungo cullato durante questa Final Eight di Zadar

LA CRONACA - Al cospetto dello Sporting Lisbona la gara si mette subito in discesa per i catalani che vanno a segno dopo appena 51 secondi con Marcenio che intercetta un passaggio nella propria metà campo, avanza e trafigge Guitta per il gol più veloce nelle venti finali della competizione.

 Il gol lampo costringe i Leoni di Lisbona al recupero, il match è equilibrato e tatticamente senza sbavature come si conviene a due formazioni di altissimo calibro e di grande esperienza. Il Barça è di nuovo letale al 17’24’’ con Ximbinha. Il giocatore brasiliano riceve palla in rapida azione di contropiede da Shiraishi  e depositare in rete per il 2-0. La prima frazione di gioco termina con gli spagnoli in doppio vantaggio.

Nella ripresa le certezze dei campioni d’Europa in carica si sgretolano in poco tempo. Dopo cinque minuti i portoghesi accorciano le distanze con il giovanissimo Zicky (2-1) che sfrutta un assist di Paco. E’ un buon momento per lo Sporting che pareggia due minuti più tardi con Erick che di testa corregge in rete dopo una conclusione di Pany Varela (2-2). La rimonta è completa quando Joao Matos ribalta la finale al 30’ (2-3). Il capitano porta in vantaggio i suoi raccogliendo con prontezza e lucidità una punizione di Taynan che aveva avuto una parziale resistenza da parte del portiere Didac Plana. Al 36’ lo Sporting sembra ipotecare la finale perché Varela segna il gol del 4-2, ma pochi secondi dopo è l’onnipresente Ferrao a ribadire in rete una corta respinta del portiere avversario. Gli ultimi tre minuti sono incandescenti, ma i ragazzi di mister Nuno Dias resistono e possono al suono della sirena festeggiare il successo finale per 4-3 che riporta la Champions in terra lusitana.

 

 

BARÇA-SPORTING 3-4 (pt 2-0)

BARÇA: Didac Plana, Aicardo, Dyego, Ferrao,  Marcenio, De La Faya, Matheus Rodrigues, André Coelho, Shiraishi, Adolfo, Esquerdinha, Povill, Joselito, Ximbinha. All. Andreu Plaza

SPORTING: Guitta, Erick, João Matos , Merlim, Pauleta, Gonçalo, Bernardo Paço, Turè, Cavinato, Zicky, Vinicius Rocha, Pany Varela, Taynan. All. Nuno Dias

ARBITRI: Jelic (Cro) e Kolev (Bul)

MARCATORI: pt 0’51’’ Marcenio (B), 17’24’’ Ximbinha (B); st 25’48’’ Zicky (S), 27’19’’ Erick (S). 30’16’’ Joao Matos (S), 36'26" Pauleta (S), 37'05" Ferrao (B)

NOTE: ammoniti Taynan (S), Esquerdina (B), Didac Plana (B), Dyego (B), Vinicius Rocha (S), Pauleta (S)




emme.elle


foto: www.uefa.com

 

 

 

 


Galleria