Cimini è felice: ''La Coppa Italia? Esperienza formativa per tutti. Ora pensiamo al posto playoff''

La testa torna a fissarsi sul campionato e sull’obiettivo minimo dei playoff che dovrebbe ormai essere un diritto acquisito. Anche se poi, guardando la classifica, ci si rende conto che il Sulmona capolista, dopo il recuperi con il Lanciano, è a sole quattro incollature. A questo punto che ne pensa mister Fabio Cimini?


“Puntiamo a vincere le partite che ci restano, ma credo che sarà solo per un miglior piazzamento nei play-off. Poi saranno i play-off stessi a fare la differenza e sarà da giocarcela tutta lì”.


- Eppure c’è qualcuno che è pronto a scommettere sul tuo Celano favorito per la Serie B…


“Favoriti non lo so, nel senso che arriviamo da una stagione lunga dove dobbiamo recuperare un po’ di forze. Le prime giornate siamo partiti anche con un assetto diverso per quanto riguarda la rosa, il lavoro ha poi pagato. Che dire? Ci prendiamo questo ruolo di favoriti sperando di poterlo rispettare”. 


- L’avventura in Coppa Italia è terminata contro la Barrese: a bocce ormai ferme una tua riflessione su questa esperienza?


“Il giudizio è senza dubbio positivo pensando soprattutto a come sia iniziata la stagione con obiettivi completamente diversi. È stata un’esperienza molto positiva sotto tutti i punti di vista perché incontrare squadre di livello può sicuramente aiutarci a crescere. Sia come società che come squadra siamo giovani quindi bisogna fare tesoro di quanto visto e vissuto. Ringrazio di cuore i ragazzi per l’impegno che hanno messo in questo periodo recuperando terreno in campionato e portando avanti la coppa con squadre di alto livello, dimostrando di poter stare lì. Dobbiamo continuare così consapevoli che in campionato siamo sicuri di poter dire la nostra, e con questi ragazzi, che sono grandi giocatori ma soprattutto veri uomini, tutto è possibile”.