Cimini si gode la storica qualificazione: ''Sono fiero della prestazione e del passaggio del turno''

La due giorni sarda ha regalato una risultato storico al Futsal Celano, entrato tra le prime otto e pronto a giocarsela per conquistare la qualificazione alla Final Four della Coppa Italia di Serie C. Fabio Cimini ripercorre le emozioni della trasferta di Alghero sottolineando i meriti della sua squadra.


“Sapevamo di affrontare una squadra molto forte e ben allenata, e che nonostante il vantaggio della differenza reti sarebbe stata un partita combattuta fino alla fine. Abbiamo trovato un palazzetto pieno con un pubblico caldo ma corretto. Nei primi minuti di gioco - analizza Cimini- abbiamo avuto un ottimo possesso palla, ma non siamo riusciti a trovare la via del gol; poi nel nostro momento migliore, da un errore in fase di impostazione, abbiamo subito il loro gol ma siamo stati bravi a trovare il pareggio. Purtroppo altri due errori evitabili hanno portato il passivo sul 3-1 di fine primo tempo e nel secondo abbiamo subito anche il 4-1, risultato con il quale eravamo fuori: in quel momento siamo stati bravi e rimanere calmi e soprattuto a non perdere mai la consapevolezza delle nostre qualità, che in pochi minuti sono venute fuori e dal 4-1 per loro ci siamo portati sul 6-4 per noi. Peccato aver subito i loro due gol, avremmo certamente preferito chiudere in vantaggio ma comunque siamo fieri della prestazione e, soprattuto, del passaggio del turno ai quarti di finale”.


Uno sguardo ai quarti di finale: Cimini ero consapevole che sulla strada verso la Final Four sarebbe capitato uno degli ostacoli più scomodi in assoluto: la Napoli Barrese, ormai prossima al taglio dello striscione d’arrivo nella C1 campana.


“Dalle informazioni che abbiamo sappiamo che sarà una partita difficile contro una squadra molto forte, come d’altronde lo sono tutte le squadre che hanno superato questa fase. Sarà uno scontro di andata e ritorno e dovremmo essere bravi a preparaci al meglio per giocarcela sugli 80 minuti effettivi”, chiosa l’allenatore marsicano.