breaking news

18/09/2023 21:30

Cosmos Nove, Zannoni trascinatore col Verona: “Se posso, consiglio i giovani. C1? Ce la giochiamo”

Tra i grandi protagonisti che venerdì hanno acceso l'esordio del Cosmos Nove nella Serie C1 veneta 2023-2024 c'è stato sicuramente Stiven Zannoni, che con una doppietta ha contribuito, al pari del collega Nicola De Zen, al successo per 7-4 inflitto dai vicentini al Verona. Premiato come man-of-the-match a fine incontro dall'ufficio stampa gialloblù, così ha parlato il centrale classe '85 ai microfoni del club di Nove.

"Il nostro inizio così e così? È normale alla prima giornata; siamo partiti un po’ contratti, alla fine sono quattro settimane che ci alleniamo assieme, dobbiamo un po’ conoscerci. Secondo me, nel secondo tempo, l’abbiamo ribaltata quando siamo andati un po’ a pressarli come ci ha detto il mister, li abbiamo messi in difficoltà, anche perché siamo una squadra che ha fisico e che ha gamba”.

Zannoni si è ripresentato ai blocchi di partenza in forma smagliante. Il segreto? Il racchettone...

“Beh, questa estate mi sono allenato giocando a paddel e ne ho tratto beneficio - racconta sorridendo Zannoni -. Poi in queste quattro settimane abbiamo lavorato tanto. Alla fine, è andata bene, ma io mi sento morto - scherza ancora l'ex Mestre e Altamarca - perché sono vecchio”.

Onnipresente in campo, tra difesa granitica e attacchi di peso: Zannoni è un giocatore totale per le sue caratteristiche tecnico-tattiche. Ma anche per la sua attitudine...

“Cerco sempre di aiutare i miei compagni; comunque sono uno dei più esperti e più vecchi nello spogliatoio; quindi, se posso dare qualche consiglio ai giovani, lo do volentieri. Diciamo che bisogna un po’ limare le situazioni dei gol che abbiamo preso, perché in tre occasioni li abbiamo regalati e non può succedere se vogliamo ambire a qualcosa di importante. Se uno segna un bel gol, gli applaudiamo le mani, ma non possiamo regalarglielo: noi ne abbiamo regalati tre”.

In chiusura, uno sguardo alla prossima sfida di campionato in trasferta contro il Marco Polo.

“Sarà una partita difficile, anche perché conosco Erick Bellomo che gioca lì. Penso che noi siamo ambiziosi e ci giochiamo anche noi il campionato. Poi a fine anno tireremo le somme, ma venerdì prossimo andremo lì per vincere, per metterli sotto”.






Foto: Priarollo