breaking news
  • 23/05/2022 23:38 Serie C1 Friuli, playoff: il Naonis batte l'Udinese 4-1, mercoledì la finale col Tarcento
  • 22/05/2022 20:20 Under 17, fase nazionale, girone 2: At.Gubbio-Fenice 1-11, ACSS Mondolfo-Five to Five 15-1
  • 22/05/2022 19:57 Under 15, fase nazionale, girone 2: Bissuola-Bologna 6-11, ACSS Mondolfo-San Giovanni 6-2

28/10/2021 14:02

Cus Ancona, ora c'è la Fenice. Il presidente mestrino Zago: ''C'è voglia di tornare a vincere''

"L’ambiente è carico, la voglia è quella di tornare a vincere anche se quella di Ancona non sarà una trasferta semplice”.


A parlare è Amedeo Zago presidente della Fenice Venezia Mestre prossimo avversario sabato pomeriggio del Cus Ancona che poi aggiunge.


"Questo è il nostro terzo campionato di serie A2. L’obiettivo è sempre lo stesso ovvero raggiungere quanto prima la quota salvezza per poi toglierci qualche bella soddisfazione. Purtroppo non siamo partiti nel migliore dei modi, veniamo da due sconfitte consecutive contro Mestre e Pistoia formazioni che peraltro al momento si trovano in testa alla classifica. Nonostante ciò la voglia di fare bene di certo non manca, il gruppo sa benissimo quanto sia difficile la trasferta di Ancona ma sopratutto quanto sarà importante per noi ottenere un risultato positivo peraltro contro una squadra il Cus Ancona che non abbiamo mai affrontato”.


Secondo il suo punto di vista la gara con il Cus si può considerare uno scontro diretto per la salvezza o i tempi ancora non sono maturi per questa affermazione?


“ Sulla carta sia noi che il Cus Ancona abbiamo come obiettivo la salvezza ma il campionato è appena iniziato, dopo 3 giornate mi sembra prematuro andare a parlare di scontro diretto per la salvezza anche se i punti in palio sono davvero importanti per entrambe le compagini. Parlare ora di scontro salvezza vorrebbe dire creare delle tensioni pre gara che perlomeno alla mia squadra di certo non servono. Verremmo ad Ancona per fare la partita evitando di caricare più di tanto questa gara sotto l’aspetto psicologico. Le cose migliori in campo si fanno liberi da qualsiasi pressione”.







Ufficio Stampa Cus Ancona